x

x

Ranieri Cagliari
Ranieri Cagliari

Il Cagliari di Claudio Ranieri è atteso dalla sfida salvezza contro la Salernitana dell'Unipol Domus Arena, nella giornata di sabato 9 marzo alle ore 15. Dopo la vittoria contro l'Empoli al Castellani, la voglia dei rossoblù è quella di dare continuità per restare agganciati al trenino delle squadre in lotta per restare in Serie A. Sotto questo punto di vista, però, il tecnico romano deve fare i conti con le assenze, soprattutto nel reparto offensivo. 

Vinciguerra Cagliari
L'attaccante della Primavera Vinciguerra - CREDIT: UFFICIO STAMPA CAGLIARI

Cagliari, emergenza in attacco

Sì, perché il guaio muscolare che ha colpito Luvumbo a Empoli lo costringerà a uno stop forzato di un paio di settimane. Assenza che va ad aggiungersi alle altre due importanti: quella di Pavoletti - un problema serio alla caviglia -  e Petagna. Dunque nel reparto offensivo Ranieri potrà contare sul solo Lapadula come punta di riferimento e sul recupero di Oristanio. Le soluzioni le ha sempre trovate anche giocando con due trequartisti come Viola e Gaetano più avanzato ma avere alternative a gara in corso può sempre rivelarsi un'arma vincente. Ecco perché il tecnico potrebbe affidarsi anche alla Primavera per sopperire al buco dovuto agli infortuni.

Mutandwa Cagliari

Cagliari, Mutandwa e Vinciguerra con Ranieri?

I nomi su cui l'allenatore dei sardi si è focalizzato sono quelli di Mutandwa e Vinciguerra. Entrambi già convocati da Ranieri in Serie A nelle precedenti partite e lo zambiano ha trovato anche l'esordio nell'ultima gara vinta contro l'Empoli. I due sono quelli più pronti per poter fare il salto con i grandi e in questo senso potrebbe rivedersi il centravanti nativo dello Zambia e fare altri minuti con la prima squadra. Al momento sono soltanto delle supposizioni dettate dalle assenze, ma tra due giorni è tempo di tornare in campo e in questo la conferenza di Ranieri potrebbe schiarire le idee su eventuali recuperi o novità. 

Sardo, dalla Serie D alla Lazio: Sarri osserva il centrocampista
Torino, mister Juric esalta Savva: "Può darci un mano"