x

x

Il Cagliari quest'anno nel corso del campionato, ha alternato prestazioni molto propositive ed offensive a prestazioni più rinunciatarie, legate alla conservazione del risultato. Nell'ultimo weekend di Serie A, il Cagliari aveva la necessità di portare i tre punti a casa, trovandosi al penultimo posto a pari punti con il Sassuolo. Così è stato, la vittoria è arrivata al termine di un match in cui la squadra di Ranieri ha sofferto, ma è stata capace di tutelare il gol segnato a circa metà dalla ripresa e a far terminare la partita 1-0. 

Con questa vittoria dunque i sardi hanno conquistato attualmente 23 punti, superando i neroverdi in classifica. Oltre all'importantissima vittoria per evitare la zona retrocessione, verso la fase finale del match è arrivato l'esordio di un giovane attaccante della primavera, che ha così trovato il suo debutto ufficiale in Serie A: stiamo parlando di Kingstone Mutandwa.

Ma scopriamo insieme chi è Kingstone Mutandwa, quali sono le sue caratteristiche calcistiche e qual è la sua storia che lo ha portato solamente l'anno scorso a giocare per il Cagliari.

Mutandwa Cagliari
L'attaccante Kingstone Mutandwa del Cagliari Primavera

Scoperta e arrivo in Italia

Kingstone Mutandwa nasce il 5 gennaio 2003 nel Chibombo, parte della Provincia Centrale e capoluogo del distretto omonimo. La sua passione e il suo talento per il calcio vengono scoperte inizialmente all'Atletico Lusaka, squadra che milita nella terza divisione del campionato zambiano. Inoltre durante quegli anni, gli vengono offerte nuove esperienze per ampliare la sua conoscenza calcistica e confrontarsi con altri giovani. Per l'attaccante anche un prestito di un anno in Israele e il periodo nell'accademia del Barcellona in patria. 

Lo scorso anno invece è arrivata per lui la chiamata del Cagliari in Serie A. Il classe 2003 ha accettato l'appello della squadra di Ranieri, consapevole però di iniziare a giocare nel campionato Primavera 1 e poi di arrivare dopo qualche mese in A…e così è stato. Da un punto di vista tattico, Mutandwa nasce come prima punta. In questa stagione, ha dimostrato anche di poter ricoprire il ruolo di esterno offensivo, grazie alla sua velocità e alle sue qualità fisiche.

L'esordio da record

Dopo un ottimo inizio in primavera con 5 gol e un assist in 18 presenze, mister Ranieri, a causa dei numerosi infortuni in zona offensiva, tra cui quello di Mancosu, Pavoletti e Petagna, ha deciso di convocare Mutandwa nel match di campionato contro l'Empoli. In realtà la convocazione era già arrivata nelle ultime sfide di Serie A, ma il classe 2003 non aveva ancora avuto occasione di scendere in campo. 

L'esordio invece è arrivato proprio contro la squadra toscana, all'87 minuto. Il tecnico infatti voleva sfruttare le sua caratteristiche fisiche e la sua freschezza per tenere il pallone il più lontano possibile dalla propria area di rigore. Scendendo in campo, Mutandwa inoltre è diventato il secondo giocatore dello Zambia (solo dopo Banda del Lecce) nella storia del massimo campionato italiano a scendere in campo.

Sardo, dalla Serie D alla Lazio: Sarri osserva il centrocampista
Facchinetti e i giovani: "Voglio aiutarli a realizzare i loro sogni"