Max Canzi, tecnico della Primavera del Cagliari, analizza la vittoria dei rossoblù sulla Sampdoria, la prima in casa dall’inizio del campionato.

QUI LA CRONACA DI CAGLIARI-SAMPDORIA

PARLA CANZI. Finalmente è arrivata la vittoria tra le cosiddette mura amiche. Il Cagliari Primavera allenato da Max Canzi ha sfatato il tabù, e ora guarda al prosieguo del campionato con più ottimismo. Ai microfoni di MondoPrimavera.com il mister rossoblù.

LA VITTORIA. “Sono davvero contento per la vittoria di oggi”, dichiara Canzi. “Anche oggi è venuta tanta gente nonostante fosse lunedì pomeriggio, ci tenevamo a non deludere i nostri sostenitori. Vincere in casa stava diventando una psicosi ma finalmente ci siamo sbloccati”.

OBIETTIVI E IDENTITÀ. “Il nostro obiettivo è la salvezza, tenere a distanza la zona play out è importante. Tra l’altro oggi hanno giocato ben otto ragazzi sardi, sfido qualsiasi squadra a essere così caratterizzata a livello territoriale. È una grande soddisfazione per tutti i colleghi che guidano le squadre del settore giovanile ed è un grande risultato anche per il lavoro di scouting che viene fatto”.

SINGOLI. “Lombardi? È un ragazzo arrivato dalla Juventus con tanta voglia di rivincita. Era un giocatore molto tecnico e poco fisico. In un anno si è trasformato: ha mantenuto la tecnica ed è diventato anche fisico. Si è messo a disposizione della squadra e sta facendo molto bene. Per quanto riguarda gli altri, Boccia sta facendo un ottimo campionato come Carboni e Contini, ma anche Marigosu e Dore. Devono essere tutti le fondamenta della squadra dell’anno prossimo”.

QUI LE PAGELLE DEI ROSSOBLU’ E LE PAGELLE DEI BLUCERCHIATI