Al Tumi 5,5: incolpevole su tutti e tre i gol avversari ma comunque sufficienza che non viene raggiunta per qualche insicurezza negli interventi che può essere eliminata.

Petrucci 5,5: il reparto difensivo è colpevole dei gol subiti nel primo tempo. Petrucci non infonde sicurezza e spesso perde la marcatura. (84′ De Stefano 6: entra e segna su corner il secondo gol per i rosanero, marcatura fortuita che accorcia le distanze allo scadere)

Gallo 6: qualche buon anticipo sulla sua fascia e protagonista di un secondo tempo di grande spinta.

De Marino 5: brutta prova dei centrali quest’oggi che non contengono le incursioni dei partenopei per tutta la prima metà. De Marino non pervenuto per 45 minuti ma fa il suo nella seconda frazione.

Fradella 5: stesso discorso del compagno di reparto, sbaglia diversi interventi e appare disattento.

Ruggiero 5,5: interviene duramente sugli avversari concedendo punizioni talvolta pericolose. Rimedia un cartellino giallo e poco dopo è costretto ad uscire a seguito di uno scontro. (32′ Birligea 6,5: entra e si fa ammonire poco dopo, a lui però il merito di farsi trovare pronto sull’errore di Idesiak per respingere in rete un passaggio incerto dell’estremo difensore partenopeo).

Sicuro 5: non offre grandi spunti a centrocampo e quindi verrà sostituito all’inizio della ripresa. (45′ Gambino 6: sicuramente è anche merito suo se il Palermo si è risollevato nel secondo tempo, le seconde palle sono state tutte sue e questo ha aiutato non poco a gestire la palla)

Mendola 5,5: prestazione non sbalorditiva, verrà sostituito al 60′ per offrire più spunti offensivi alla squadra. (60′ Giuliano 6: causa diversi grattacapi alla retroguardia azzurra, ottimo cambio a partita in corso).

Lucera 5: ci si aspetta sempre qualcosa in più da un centravanti come lui, purtroppo oggi non ha dato prova della sua grinta ed è scivolato in una prestazione scialba.

Santoro 6: uno dei migliori dei suoi anche nel primo tempo quando tutta la squadra non dava segni di reazione. Fantasia e diversi spunti da vero numero dieci.

Rizzo 6: partita discreta la sua che, sebbene non abbia punto il Napoli è riuscito ad offrire passaggi interessanti ai compagni per i loro inserimenti.