Carnesecchi 6: niente da fare per lui nel primo tempo, ma è nel secondo che si rende prezioso. Effettua un paio di interventi che impediscono ai friulani di riaprire la gara.

Zortea 6.5: sempre attento quando si tratta di anticipare le combinazioni avversarie, regge bene la sua corsia e non si fa mai sorprendere. Inoltre, è suo l’assist che porta l’Atalanta al raddoppio. Dal 69’Bencivenga: s.v.

Brogni 6.5: nel primo tempo, l’Udinese non vede mai l’area avversaria ed è anche grazie al suo lavoro. Sta attento a frenare le ripartenze avversarie e limita il pericolo.

Colpani 6.5: anche lui gioca un gran primo tempo. In fase difensiva, partecipa a chiudere gli spazi mentre in fase offensiva, non smette mai di aggredire la porta.

Okoli 6.5: il suo lavoro difensivo permette all’Atalanta di avere il controllo del primo tempo. In effetti, chiude ogni spazio sfruttabile agli avversari e non si lascia mai superare.

Guth 6.5: fa lui il lavoro sporco di pressing e chiusura. Grazie al suo lavoro, le azioni friulani sono limitate.

Traore 7.5: grande partita di Traore che dai primi minuti prova subito ad accendere la gara. E’ sicuramente uno dei più dinamici lato bergamasco. Sa gestire il pallone, trovare i compagni e le soluzioni. Il suo è un gol da vero opportunista: approfitta di un errore avversario per sfidare il portiere, portando l’Atalanta al quarto gol. Dall’83’Bertini: s.v.

Cortinovis 7.5: anche lui lotta senza sosta a centrocampo. Vince la maggior parte dei suoi duelli, pressa l’avversario, lotta per il recupero palla e si permette anche di portare i suoi al vantaggio sfruttando l’unico spazio concessogli dagli avversari.

Piccoli 6.5: forse un po’ meno in vista rispetto ai compagni, Piccoli è comunque protagonista di una grande gara. Riesce a mettersi a disposizione grazie a dei movimenti senza palla molto interessanti e trova anche il gol dopo aver avuto la meglio sul difensore avversario. Dal 75′ Louka: s.v.

Colley 6.5: anche lui si mostra prezioso persino in fase difensiva. Riesce a frenare la progressione del pallone e vince anche lui molti duelli. Viene premiato con un gol splendido dalla distanza e non smette di mettere bolgia nella difesa avversaria.

Cambiaghi 6: molto più trasparente rispetto ai compagni, riesce comunque ad avviare giocate interessanti. Dal 67’Peli: s.v.