Ascoli, le pagelle dei bianconeri dopo la gara con il Foggia

Per la 15^ giornata del Campionato Primavera 2B, al campo sportivo ex-FIGC di Foggia si è giocata Foggia-Ascoli. La gara è terminata con il punteggio di 0-0 ma, nonostante il risultato non ci siamo annoiati. Un Ascoli poco concreto sotto porta che non è stato capace di imporre il proprio gioco alla squadra avversaria che con ordine è riuscita a difendersi senza troppi affanni. Ne è uscito alla fine un pareggio che non dispiace ai padroni di casa ma che non può lasciare troppo amaro in bocca agli ospiti. Vediamo chi sono stati i migliori e i peggiori con le pagelle motivate stilate da MondoPrimavera.

Novi 6,5: Attento quando chiamato in causa, non fa grossi interventi miracolosi ma tiene alta la concentrazione per tutta la gara. Un esempio è la respinta sulla rovesciata di Palumbo a un minuto dalla fine.

Ricciardi 6,5: Solida prestazione in fase difensiva e offensiva. L’esterno di difesa si comporta egregiamente e dopo una prima parte di sofferenza si riscatta alla grande.

Invernizzi 6,5: Anche lui gioca una bella gara, soprattutto nel primo tempo quando sforna assist a profusione.

Clerici 6: Da mezzala forse non rende al massimo, oggi un po’ in ombra. Dal 78′ Monachesi S.V.

Vignati 6: Attento e concentrato.

Tempestilli 6: Centrali di difesa marchigiani poco impegnati.

Sarli 6: Sfiora il gol in poche occasioni, non una grandissima gara la sua. Dal 78‘ Persiani S.V.

Scorza 5,5: Soffre troppo in mezzo al campo, Di Mascio se ne accorge e lo tira fuori. Dal 56′ Coulibaly 6,5: Ottimo impatto per lui, fin da subito si mette in moto per far vincere la sua squadra con assist e conclusioni.

Perpepaj 6: Nonostante non abbia segnato è stato un pericolo costante per la difesa avversaria. Forse qualche errore di misura nelle conclusioni ma si è mosso molto bene.

Olivieri 6,5: Il migliore dei suoi. Grande dinamismo e voglia di fare, crea diverse palle gol e supera sempre il suo diretto avversario. Se dobbiamo trovare un difetto nella sua prestazione, forse ha peccato un po’ di concretezza. Dall’ 89′ Capponi S.V.

Fermo 6: Buona regia, spesso chiamato più a difendere che ad offendere.