Nazionali Giovanili

Italia-Armenia,le pagelle degli azzurrini: un super Kean trascina l'Italia, Carnesecchi un muro insuperabile

Le pagelle dell'Italia

Alessio Sportella
19.11.2019 18:24

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Carnesecchi 7.5:  Piazza un pullman davanti alla porta e le poche volte che gli attaccanti armeni riescono a tirare risponde da vero campione mettendo in mostra la sua grande reattività

Adjapong 7: Nel primo tempo si mostra molto più attivo nello spingere i compagni in avanti, nel secondo tempo cala un po senza commettere però errori. Sul finale rischia di segnare ma viene fermato in offside.

Del Prato 8: Dalle sue parti non passa nessuno, neanche i suoi compagni. Il centrale difensivo del Livorno però si mette in mostra anche a centrocampo dove fa salire bene la squadra, riuscendo anche a segnare un gol sorprendendo il portiere.

Ranieri 7: Ottima la sua prestazione in fase difensiva, il giocatore viola chiude bene ogni tentativo di avanzata armeno (quei pochi che ci sono stati), pecca solo nel primo tempo dove in un uscita fuori tempo rischia di prendere il pallone con la mano.                     ( 63' Bettella 7: Nel secondo tempo le azioni offensive dell'Armenia sono pochissime, si limita solo a coprire la porta quando Del Prato sale in avanti.)

Sala 7.5: Spinge molto bene sulla fascia di sinistra riuscendo ad arrivare più volte al tiro. Mette lo zampino sul secondo gol che nasce per l'appunto da un suo tiro finito precisamente sul piede di Pinamonti che non si fa sfuggire l'occasione per buttarlo in rete.                      ( 56' Trippaldelli 6.5: Non cambia molto con il suo ingresso in campo ma con il calare delle azioni della squadra ospite, calano anche le sgroppate dei terzini e le azioni offensive Italiane. )

Zanellato 8: Si fa trovare pronto sia nel recuperare il pallone dalla difesa e portarlo in avanti, anche dribblando gli avversari, sia in area di rigore dove è attento nel colpire per primo un ottimo pallone ribattuto dal portiere avversario dopo un tiro di Cutrone                              ( 63' Maistro 6.5: Entra per aiutare i suoi compagni a gestire il risultato e magari incrementarlo riuscendo nel suo compito. Pesa però la seconda ammonizione in due partite di fila.)

Carraro 7.5: Lui è l'anima del centrocampo. Aiuta sia in fase difensiva sia in fase offensiva smistando numerosi palloni verso i suoi compagni in tutte le zone del campo

Locatelli 8: Ogni azione sembra passare da lui, mette il suo zampino su ogni pallone. Seppur con un tiro discutibile riesce a spedire molti palloni in avanti cercando spesso di servire un assist per il suo ex compagno al Milan Cutrone che oggi non ha trovato però la via del gol.            (83' Maggiore S.v. )

Kean 9: Non è facile giocare sapendo di avere tutti gli occhi puntati sopra, ma lui non sembra preoccupato ed entra in partita con la giusta testa. Sgaloppa sulla fascia di destra sfuggendo spesso ai difensori armeni trovando molto spazio per concludere a rete. Il suo nome sul tabellino dei marcatori compare due volte e nel primo mette a sedere il portiere facendo letteralmente passare il pallone sotto le sue gambe.

Pinamonti 8.5: Deve ringraziare Sala per il tiro-cross arrivato perfettamente sul suo piede che li ha permesso di segnare. Ci riprova poco più tardi con un bolide ma il sogno della doppietta viene fatto sfumare da un super Aslanyan                        ( 55' Scamacca 7.5: Dopo neanche un minuto trova la via del gol con un ottimo stacco di testa. Ci riprova anche sul finale con un tiro simile che però finisce fuori.)

Cutrone 8.5: Prova a segnare in ogni modo senza però riuscirci, un po per sfortuna e un po per colpa dei difensori ma questa volta l'attaccante ex Milan deve accontentarsi solo di due assist. Non basta l'aiuto dell'ex compagno di squadra Locatelli che cerca di servirlo ogni volta che può.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo l'11^ giornata: Colley allunga, salgono Fonseca e Pavone
Fiorentina, disavventura in patria per Terzić