x

x

Dopo una stagione deludente in Serie A e una retrocessione certa, la Salernitana dovrà mettersi a lavoro per cercare di programmare la prossima stagione nel campionato cadetto. Il testimone della panchina dei Cavallucci marini quest'anno è passato in mano a ben 4 allenatori diversi, nessuno dei quali è riuscito a risolvere i problemi della squadra campana. Con l'addio di Liverani è stato ufficializzato come allenatore della prima squadra Stefano Colantuono, già responsabile del settore giovanile granata. Con alla guida una persona che conosce bene il vivaio, le ultime nove partite del torneo potrebbero rappresentare un'opportunità per testare quei giocatori di proprietà del club che hanno trovato poco spazio durante l'era di Inzaghi prima e di Liverani dopo, anche in ottica mercato. 

Spazio ai giovani? Alcuni nomi da tenere d'occhio

Una delle fonti da cui si può sicuramente attingere è il vivaio del club campano, che mister Colantuono conosce molto bene. Uno dei giovani che è in orbita prima squadra è Andres Sfait, un'ala sinistra che in Primavera è a quota 2 gol in 5 presenze stagionali. Mister Inzaghi l'aveva già notato portandolo in ritiro pre-campionato e facendolo esordire in Coppa Italia, ma è stato in pianta stabile con i grandi durante tutto il corso della stagione. 

Esultanza della Salernitana
 Esultanza della Salernitana Primavera 

Difficile appare la situazione tra i pali. Molto lontano, infatti, è il rinnovo di contratto dei portieri Ochoa e Ostil e, secondo Tuttosalernitana.com, i giovani Alloca e Salvati, che si sono alternati tra Primavera e prima squadra - ed entrambi classe 2005 - potrebbero rappresentare una risorsa per il futuro. 

Tra difesa e attacco: due giovani sognano l'esordio

Nelle prossime partite potrebbe esordire anche un giocatore che ha già accumulato esperienza in serie D con l'Ostiamare e che è arrivato nel club granata durante il mercato invernale. Stiamo parlando del terzino sinistro Tommaso Ferrari, romano di nascita, adattabile anche come centrocampista di sinistra, che nelle ultime settimane ha occupato un posto in panchina in Serie A.

Occhi puntati anche sul reparto offensivo. Gerardo Fusco, figlio d'arte, è uno dei protagonisti della Primavera di mister Boccolini. Autore di 4 reti stagionali, l'ultima delle quali risale a due giornate fa contro il Virtus Entella e che ha allontanato i giovani granata dalla zona retrocessione, avendo conquistato i tre punti pochi secondi prima del triplice fischio. 

Sardo, dalla Serie D alla Lazio: Sarri osserva il centrocampista
Sassuolo, i gemelli Benvenuti convocati dal San Marino U21