Hellas Verona

Fiorentina-Verona, le pagelle dei gialloblu: Diao super, bene Patanè

Le pagelle dei giocatori dell'Hellas Verona

06.11.2023 19:48

Prima Cissè la riporta in parità, poi Diao completa la rimonta: il Verona di Sammarco era vicinissimo al colpo in casa viola, ma il fallo di Doucoure a 2' dalla fine ha permesso a Sene di riportare l'incontro in parità.

Una prestazione comunque positiva quella degli scaligeri, che comunque accorciano su Genoa e Sampdoria. Se il Verona ripartirà da qui, potrà senza dubbio dire la sua nel corso delle prossime gare.

Le pagelle del Verona

FIORENTINA-HELLAS VERONA, LA CRONACA DEL MATCH

Nwanege insuperabile, Fagoni in affanno

Toniolo 6,5 Fortini ha spazio e tempo per calibrare alla perfezione il tiro: non può nulla l'estremo difensore scaligero, che però si supera con una parata salvavita su Braschi nel corso della ripresa.

Nwanege 6,5 Semplicemente insuperabile: Sene e Braschi faticano moltissimo a sfondare per vie centrali, e il merito è tutto dello svedese classe 2005. Nel finale di gara si improvvisa anche uomo d'area, provando a finalizzare un bel contropiede con un tiro di potenza su cui Vannucchi deve superarsi.

Fagoni 5,5 Fortini è un cliente scomodo, e con un Patanè particolarmente votato all'attacco deve fare molto più lavoro per cercare di limitare l'esterno viola. Concede però ampie porzioni di campo, lasciandosi spesso superare dalle giocate del 29 di Galloppa. (Dal 79' Doucoure 5 Un suo intervento duro in area di rigore condanna l'Hellas al pareggio.)

Corradi 6 Molto attento in fase difensiva: coadiuvato da Rigo chiude bene gli spazi a Vigiani, soprattutto nella ripresa. Pericoloso anche su calcio piazzato, viene spesso pescato dai cross dei compagni, ma le sue girate non inquadrano mai la porta.

Diao illumina, Patanè sugli scudi

Patanè 7 Il duello a distanza con Fortini è un vero e proprio testa a testa: se l'esterno viola timbra il cartellino e sfiora più volte il raddoppio, il 7 scaligero risponde con parecchi cross velenosi nel cuore dell'area, tra cui quello che permette a Diao di ribaltare il risultato. (Dall'83' Minnocci sv)

Riahi 6,5 In fase di non possesso è forse il migliore fra i centrocampisti gialloblu: pressa bene gli avversari, svariando con i tempi giusti in varie zone del campo. Bravo anche con il pallone fra i piedi, non commette errori particolari. (Dal 79' Pavanati sv)

Dalla Riva 6 Oggi deve sacrificarsi molto, e non ha lo spazio e la lucidità necessari per rendersi protagonista del gioco scaligero. Rimane, comunque, il primo a gestire la manovra dell'Hellas, aiutando i compagni anche con i suoi movimenti senza palla. (Dal 76' Ventura 6 Porta nuove idee e nuove forze in mezzo al campo, permettendo alla squadra di tenere alta la concentrazione.)

Rigo 6 Rimane più basso per dare equilibrio alla squadra e per permettere a Patanè di sgroppare con più libertà dalla parte opposta. Di tanto in tanto si avventura nella metà campo avversaria palla al piede, ma di rado arriva a creare occasioni per i compagni.

Cissè 7 L'Hellas non ci sta a perdere, e lui lo dimostra subito: pressione alta su Biagetti, pallone recuperato al limite e tiro che bacia il palo prima di infilarsi alle spalle di Vannucchi. Il migliore tra gli scaligeri nel primo tempo, si ridimensiona un po' nella ripresa, disputando comunque un'ottima partita.

Diao 7 Se sgrezzato, questo diamante potrà sicuramente dire la sua nel grande calcio: prestazione maiuscola quest'oggi, a partire dal gol da centravanti puro con cui buca Vannucchi per l'1-2. Da aggiungere, poi, gli strappi in velocità sugli avversari e la caparbietà nel cercare la rete.

Henry 5,5 Deve ancora trovare il ritmo partita e la forma adatta, ma i primi segnali sono incoraggianti. Peccato per la botta rimediata prima di uscire dal campo zoppicando: la speranza è che non si tratti di nulla di grave. (Dall'83' Dentale sv)

Milan, ufficiale il passaggio di Chaka Traore al Palermo: i dettagli
Primavera 1, il programma della 10^ giornata