x

x

La Juventus è tornata alla vittoria contro il Frosinone dopo quattro turni. Il gol all'ultimo respiro di Rugani ha portato via un po' di pressione dovuta agli ultimi match non troppo positivi. Sul cammino verso la qualificazione alla prossima Champions League ci sarà il Napoli nel prossimo weekend e Allegri dovrà fare i conti con alcune assenze importanti e pesanti. Rabiot e McKennie, infatti, non saranno della partita e sono andati ko proprio nell'ultima gara disputata, per questo la rosa da sfogliare per la mediana contro gli azzurri si riduce a pochissimi nomi, ma attenzione alle sorprese.

Allegri conferenza Juve
Massimiliano Allegri durante una delle conferenze stampa pre gara della Juventus

Juve, chi resta a centrocampo?

Senza Pogba (out per caso doping) e Fagioli (per il caso scommesse), ecco che in mezzo al campo le assenze di Rabiot e McKennie per infortunio fanno tanto rumore, soprattutto a pochi giorni da un match delicato e importante come quello contro il Napoli. Nella rosa di Allegri restano pochissime alternative nel ruolo: Locatelli da regista con Nicolussi Caviglia, mentre come mezze ali potrebbe esserci l'esordio di Alcaraz, il ritorno da titolare di Miretti - nelle ultime giornate uscito dai radar del tecnico - potrebbe esserci la soluzione Cambiaso come interno, oppure anche la soluzione Nonge

Nonge Juve Primavera
Nonge ai tempi della Juve Primavera contro il Verona - MARTINA CUTRONA

Nonge, la sorpresa di Allegri per il Napoli?

Il centrocampista belga ha già esordito in Serie A. Ha fatto qualche spezzone e potrebbe essere la carta a sorpresa di Max Allegri in vista della gara contro il Napoli. Corsa a tre per un posto perché il classe 2005 dovrà superare nelle gerarchie Nicolussi Caviglia (dirottato a mezzala in questa situazione d'emergenza) e Miretti, come detto in precedenza. 

Nonge ha mostrato grandi qualità in queste sue stagioni in bianconero tanto da meritarsi la conferma in prima squadra da qualche mese a questa parte. Allegri negli ultimi anni ha dimostrato di dar fiducia ai giovani, basti pensare a Yildiz - ora avanti nelle gerarchie su Chiesa e anche Milik - o anche ai vari Soulé, Barrenechea utilizzati e lanciati in Serie A dal tecnico livornese. Per il belga potrebbe essere un passaggio importante e un attestato di stima ulteriore dovesse essere utilizzato nel big match contro i partenopei. 

Sardo, dalla Serie D alla Lazio: Sarri osserva il centrocampista
Akinsanmiro chiama il Beyond Limits: la sorpresa dopo la Viareggio Cup