x

x

Foto MARTINA CUTRONA
Foto MARTINA CUTRONA

Torna alla vittoria la Roma Primavera di mister Guidi che batte con merito il Cagliari con il risultato di 3-1, firmato dalle reti di Plaia, Joao Costa e Romano che hanno ribaltato l'iniziale vantaggio di Marcolini. In casa giallorossa due marcatori su 3 classe 2006, segno di come la squadra quando si affida alle nuove leve raccoglie sempre di più. Riscattata così la pesante e deludente sconfitta per 1-4 contro il Monza. Di seguito le pagelle dei giallorossi.

Roma Primavera
L'esultanza della Roma Primavera

I centrali reggono bene, Oliveras terzino-trequartista 

Marin 6 Non è chiamato a grossi interventi, nel complesso palesa qualche incertezza in più rispetto al suo standard della prima metà di stagione. 

Mannini 6.5 Bisogna insistere da terzino dove può sfruttare meglio le sue qualità anche in ottica calcio dei grandi: resistenza allo sforzo, grande abnegazione e ottima qualità soprattutto al cross e in tanti tocchi intelligenti e funzionali. Bene anche nel recupero palla. 

Golic 6.5 Partita solida dove ha sfruttato bene le sue doti fisiche, il Cagliari attacca sporadicamente ma quando lo fa trova il muro sloveno a sbarrare la strada.

Plaia 6.5 Anche lui difende bene, da togliere qualche leggerezza in impostazione anche quando non ha pressing. Prestazione impreziosita dal gol del pari di testa su corner.

Oliveras 6.5 Il giovane spagnolo è il Dybala di questa squadra, non come ruolo ma come approccio alla gara: enormi qualità tecniche che quando si accendono fanno la differenza ma l'intensità non è sempre alta, non è un cuor di leone negli scontri di gioco e con enorme fatica regge 90 minuti. Talento delicato. (Dal 62' Ienco 6 Ingresso puntuale per un finale di gara di gestione)

Roma Primavera

Romano gol alla prima da titolare, Graziani in crescita

Pisilli 6 In alcune fasi della gara si nota meno, ma trova comunque il modo di risultare funzionale allo sviluppo del gioco della squadra. Buona prova senza l'acuto che è lecito aspettarsi da un fuoriquota del genere.

Romano 6.5 Debutto da titolare per il play classe 2006, deve ancora prendere confidenza con la categoria per esprimere al meglio il suo potenziale, comunque rimane a galla piuttosto bene e nella ripresa trova anche la gioia del gol personale con un bel recupero in pressing alto.

Graziani 6.5 In crescita, esprime la sua qualità con maggior intensità e quindi mostra passi avanti che lo portano a disputare quasi tutta la gara. Elegante e funzionale in diversi scambi qualitativi. Segnali positivi.

Joao se vuole è la differenza, Pagano cerca in tutti i modi il gol

Joao Costa 7 Quando si accende è come una Lamborghini tra Bmw, tecnica in velocità notevole per creare scompigli davanti, ma anche motore per ripiegamenti difensivi molto preziosi. Ogni tanto pecca di efficacia, ma oggi trova il gol e serve almeno un paio di potenziali assist.

Pagano 6 Tanta voglia di fare, forse troppa. A differenza di Pisilli, si vede molto di più nella gara ma ogni tanto tende a strafare e alla fine non trova la rete nonostante le innumerevoli occasioni capitate sui suoi piedi. Qualità indubbia in certe giocate, si può esprimerla in modo più efficace.

Misitano 5.5 La Roma gioca bene e con qualità, meno coinvolta la figura del centravanti che deve andare a lottare su qualche pallone conteso per far sentire la sua presenza. (Dal 62' Mlakar 5.5 Si vede di più in zona gol, ma fallisce un'occasione molto nitida)

Kumi, esordio in Serie A: il legame con Sassuolo e la sua storia
Wodzicki provvidenziale, Marcolini gran gol: le pagelle del Cagliari