Lazio

Napoli-Lazio, le pagelle dei biancocelesti: Shoti in ombra, Moro è super

Le pagelle degli aquilotti

Ferdinando Gagliotti
15.12.2019 16:46

Alia 7: primo tempo caratterizzato da qualche incertezza di troppo, ma nella ripresa salva il risultato in almeno quattro occasioni.

Armini 6.5: si propone spesso sull’out di destra, riuscendoci bene, in particolare in occasione del pallone regalato a Nimmelmeer, mal sfruttato dal centravanti biancoceleste.

Kalaj 5.5: soffre molto la velocità e la tecnica di Palmieri, cliente scomodo col quale si ritrova a spalleggiare per gran parte del match. Troppo distratto su alcune coperture.

Franco 6: vince il duello con Sgarbi, limitandolo come meglio può durante i novanta minuti.

Anderson 6: il classe ’95 duetta bene con Armini e Nimmelmeer in un paio di occasioni, ma il suo talento non emerge del tutto. Probabile cambio di casacca per lui a gennaio.

Moro 7: arriva il primo gol con la maglia della Lazio per l’ex scuola Barça, che trova terreno fertile sull’out di sinistra. Dopo la rete sfiora più volte il tris, in totale stato di grazia. Nderecka s.v.

Bianchi 6: lotta al centro del campo e riconquista un buon numero di palloni, latita leggermente di qualità ma ha quantità da vendere. Czyz s.v.

Bertini 6.5: si sgancia spesso e volentieri in avanti per minacciare la retroguardia partenopea, sfiorando la rete sia nella prima che nella seconda metà di gara.

Falbo 7: si coordina alla perfezione in occasione del gol, fantastico. Dotato di tecnica sopraffina, che mette a disposizione dei suoi sbagliando poco o nulla a centrocampo.

Shoti 5: non riesce a fare la differenza come vorrebbe, trovando pochi spazi nella sua zona di campo. Ha talento, ma questa volta non riesce a mostrarlo. Zilli s.v.

Nimmelmeer 5.5: la rete di Moro nasce da una sua iniziativa, ma per il resto non si dimostra il giocatore di cui si sta parlando in maniera tanto positiva. De Angelis s.v.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 14^ giornata: Colley allunga, Pavone e Gagliano stanno al passo
ChievoVerona - Pescara, le pagelle degli abruzzesi: Bocic ultimo a mollare, Masella corre a vuoto