x

x

Foto: Martina Cutrona
Foto: Martina Cutrona

Una parentesi nella serie cadetta, con una finestra aperta verso il sogno Serie A: Ebenezer Akinsanmiro è vicino all'approdo alla Sampdoria. Come riporta Gianluca Di Marzio, a cercarlo è uno dei club che deve forzatamente e ossessivamente ricercare la promozione nella massima serie dopo un anno di purgatorio. 

Akinsanmiro, il talento viene da lontano: dalla Viareggio Cup alla conquista della Serie B

Quella di Akinsanmiro è una storia che parte veramente da lontano: la prospettiva della Viareggio Cup infatti è la sliding door che gli cambierà per sempre le prospettive di carriera. E' nel tradizionale torneo dedicato alle giovanili che l'Inter si accorge del suo talento folgorante, prelevandolo dai nigeriani dei Remo Stars per 466 mila euro. Nella competizione numeri e giocate da capogiro (3 gol in 7 presenze giocando tutti i minuti a disposizione), fino ad una finale in cui il sogno viene spezzato solo dai rigori contro il Sassuolo. Con la banda di Chivu arrivano le conferme su uno sconfinato talento: propensione offensiva da mezz'ala di inserimento, fiato e corsa da centometrista e una tenuta fisica fuori scala per il Primavera 1. Nel massimo campionato Under 19 il classe 2004 è subito impattante e dominante: in 12 presenze accumula 3 assist, facendo le prove generali verso una stagione 23/24 senza senso. 6 gol e 2 assist nel centrocampo di un'Inter che tiene il campionato sotto chiave per tutta la regular season, salvo poi sbandare contro il Sassuolo e veder sfumare il sogno scudetto. L'avventura con la Sampdoria arriva dunque nel momento perfetto: minutaggio in un campionato in cui il livello si alza sensibilmente, per poi presumibilmente tornare alla base con nuove consapevolezze e un bagaglio di esperienze più ricco. Il ragazzo ha infatti il contratto fino a giugno 2026, dettaglio che permette ai nerazzurri di tenerlo nella propria orbita. 

Akinsanmiro
Akinsanmiro Inter - MARTINA CUTRONA

Sampdoria, con Akinsanmiro uno scatto verso la promozione

Nonostante le voci sull'addio di Giovanni Leoni si rincorrano ormai da settimane, la Sampdoria dimostra ancora una volta di voler puntare sulla freschezza dei giovani per ingaggiare il duello verso la Serie A. Con il diciannovenne nigeriano, il centrocampo blucerchiato avrebbe cambio di passo e presenza nell'area avversaria garantiti, oltre a buone letture nell'aggressione sul portatore di palla. Benzina utile per alimentare un motore che come un diesel ha impiegato tanto tempo per carburare. Obiettivo dichiarato dunque la promozione, che sia diretta o per vie traverse, ma con la lucidità di riconoscere nel pantano dei playoff un pericolo verso il traguardo finale. 

Torino, Antolini vola in Serie C: è ufficialmente della Vis Pesaro
Samaden: "Giovani? L'ambiente fa la differenza. In Italia troppi limiti"