Foto: Martina Cutrona
Roma

Cherubini e Mlakar segnano e cuciono: le pagelle della Roma

Le pagelle della squadra di Guidi

Roma corsara ad Assemini contro il Cagliari, bastano le reti di Cherubini e Mlakar ai giallorossi per portare a casa tutti i tre punti e proiettarsi alla zona play-off. Prova convincente dei ragazzi di Guidi nel primo tempo, nella ripresa Marin mette il lucchetto al risultato.

PRIMAVERA 1, I RISULTATI DELLA 10^ GIORNATA

Marin dice 4 volte no, Oliveras assistman

MARIN 7: Nella ripresa chiude per 4 volte la porta con interventi difficili e decisivi, nei tre punti giallorossi lui è in copertina.

D'ALESSIO 6: Con Joao Costa l'intesa è consolidata, ama costruire centralmente. Mai letale in fase offensiva, ma per oggi basta un po' di attenzione dietro per cavarsela.

KERAMITSIS 6,5: Tosto nei duelli, paziente nell'inseguire gli avversari. Prova di maturità del greco, leader della retroguardia di Guidi.

GOLIC 5,5: Esce dopo un solo tempo con un giallo a carico e l'impressione di essere tutto fuorché impermeabile, a campo aperto Vinciguerra lo spaventa (46' PLAIA 6, garantisce qualcosa in più di Golic, ma anche lui deve ringraziare Marin come tutti i suoi compagni).

OLIVERAS 6,5: Nel primo tempo si diverte ad arrivare sul fondo regalando a Mlakar la palla del 2-0, piano piano si ritira dietro dopo gli spaventi di inizio ripresa (78' GRAZIANI SV, qualche sgambata in avanti nel finale).

PISILLI 6: Manca di decisione nello spingere dentro il pallone del 3-0, perlopiù in gestione della benzina a disposizione (84' NARDIN SV).

VETKAL 6: Gestisce sapientemente la palla e sa dove posizionarsi per aiutare la squadra. Non illumina il match, ma fa le cose giuste.

MANNINI 6,5: Qualche corsa all'indietro non guasterebbe, nel secondo tempo lo capisce e agisce di conseguenza. Verve e maturità nella gioco associativo dei tempi migliori.

Mlakar e Cherubini la decidono

JOAO COSTA 6: Dopo il debutto di Praga di 3 giorni fa Guidi gli concede 59', lui ricambia la fiducia con qualche serpentina e lavoro di raccordo sulla destra (59' NARDOZI 6, una conclusione murata, qualche uno contro uno e fase difensiva, promosso per la concretezza).

MLAKAR 7: Cuce e segna, raffinato e incisivo. Guidi ora non ha più dubbi su chi sia il 9 su cui puntare, quantomeno adesso, il classe 2006 ricambia a suon di prestazioni da protagonista (84' MARAZZOTTI SV).

CHERUBINI 7: Con delle mezzali così ficcanti basta mettersi i panni del 10 per aiutare la squadra, il gol gli da subito fiducia e non scende mai dal pulpito.

Milan, ufficiale il passaggio di Chaka Traore al Palermo: i dettagli
Dalla Juve a Salisburgo, Turco: "Una scelta che consiglio"