x

x

Mentre la prima squadra ha ottenuto una faticosa salvezza, conquistando la permanenza in Serie B, la Primavera dello Spezia ha chiuso la stagione mantenendo a sua volta la categoria. Gli aquilotti allenati da Giuseppe Vecchio hanno concluso il campionato a metà classifica nel Girone B del Primavera 2, lontani dalla zona playoff ma anche salvi con ampio margine. Pur senza particolari exploit sotto il piano dei risultati, tra le file della formazione ligure si sono messi in mostra alcuni prospetti che potrebbero avere un futuro importante con la maglia bianca. 

Firma sul contratto e promozione? I due indiziati

Oltre ai portieri Diego Mascardi e Francesco Plaia, entrambi nel giro della Nazionale italiana U18, tra i giocatori più interessanti della Primavera spezzina spiccano il difensore Mattia Benvenuto e l'attaccante Riccardo Di Giorgio, nati entrambi nel 2005. Due giovani che, non a caso, lo Spezia ha già blindato tramite la firma sul primo contratto da professionista. Il primo a legarsi al club aquilotto è stato Di Giorgio, miglior marcatore stagionale della squadra di mister Vecchio: a fine aprile, è arrivata infatti la firma fino al 30 giugno 2026. 

Riccardo Di Giorgio
Riccardo Di Giorgio, attaccante dello Spezia

Medesimo percorso per il centrale Benvenuto, che negli scorsi giorni ha trovato l'accordo con lo Spezia per un contratto con la stessa durata del compagno di squadra. Uno step importante, che potrebbe però non essere l'ultimo: è infatti probabile che entrambi possano prendere parte al ritiro estivo con la prima squadra di Luca D'Angelo, con l'obiettivo di iniziare a respirare l'aria del calcio dei grandi nell'ottica di una promozione in pianta stabile. 

Chi sono Benvenuto e Di Giorgio: carriera e numeri

Classe 2005, sia Benvenuto che Di Giorgio sono stati due dei fattori chiave della stagione vissuta dalla Primavera dello Spezia. Dando uno sguardo ai freddi numeri, l'occhio cade immediatamente sullo score di Di Giorgio, punta di diamante dell'attacco aquilotto: sono ben 19 i gol realizzati nel campionato appena concluso, sei in più rispetto ai 13 messi a segno nella stagione passata. Un solo gol, ma solidità e grande fisicità nel cuore della retroguardia aquilotta, invece, per Benvenuto, che in questa stagione ha collezionato 23 presenze con la formazione ligure. I due sognano il salto tra i grandi, con la “benedizione” dell'allenatore Giuseppe Vecchio, che in tempi non sospetti aveva puntato proprio su di loro indicando i giocatori più pronti per la promozione nel gruppo di D'Angelo. 

Camarda, è ufficiale: ecco il primo contratto con il Milan. I dettagli
Italia Under 20, i convocati di Bollini per lo stage a Tirrenia