Primavera 1, Atalanta-Torino: le pagelle dei nerazzurri

Ndiaye 5,5: quasi perfetto fino al 114′ quando sul tiro di Millico si lascia passare il pallone sotto il braccio per il gol del 4-3 che accorcia le distanze dei granata. Errore che non influisce sul risultato finale, ma che gli fa calare il voto in pagella.

Zortea 6,5: solita partita di spinta per il terzino e capitano dell’Atalanta. Tanti i cross messi in mezzo dall’azzurro e buona la sua prova difensiva, è instancabile continua a spingere come un martello per tutto il match. Finisce stremato come il resto della squadra.

Okoli 7: bene in marcatura il centrale nerazzurro, Rauti non lo impensierisce più di tanto e riesce a vincere tutti i duelli aerei. Salva i suoi nel primo tempo supplementare mettendo il piede sul tiro a botta sicura di Rauti.

Heidenreich 6,5: pochi errori per il centrale bergamasco, unica sbavatura è lo scivolone nella ripresa dove Rauti gli ruba palla e si guadagna il corner sul quale poi nasce il pari granata. E’ miracoloso a salvare sulla linea un tap in di Belkheir e sulla ripartenza i nerazzurri trovano il gol del vantaggio.

Brogni 7: ottima partita anche la sua, tanta corsa soprattutto nella prima frazione, da un suo recupero nasce l’azione del primo gol nerazzurro. Mette in mezzo diversi cross interessanti. Nella ripresa con l’ingresso di Belkehir resta più in copertura e difende bene.

Ta Bi 6,5: in mezzo al campo mette la sua fisicità a disposizione della squadra, lotta contro tutto e tutti recuperando diversi palloni interessanti. Meno propositivo rispetto al solito, finisce la partita stremato.

Da Riva 6: gioca quasi tutta la partita con l’ammonizione sulle spalle ma riesce comunque a stare tranquillo e gestire il possesso senza grossi problemi. Ogni tanto recupera palla e si invola in contropiede.

Cambiaghi 6,5: buonissimo il suo primo tempo, svaria sul fronte offensivo e si rende pericoloso con qualche cross. Trova il gol del momentaneo vantaggio con un mancino chirurgico all’angolino basso. Cala un pò nella ripresa e sciupa una buona ripartenza calciando alto sopra la traversa. Dal 74′ Colley 8: entra a fine secondo tempo e negli ultimi minuti segna due gol che mandano l’Atalanta alla finale scudetto dopo aver corso un gran brivido. E’ freddo davanti a Gemello prima di testa e poi con il destro, manda in estasi tutta la panchina e i compagni.

Kulusevski 7,5: migliore in campo in assoluto per la Dea, dai suoi piedi nascono le azioni più pericolose. Si incarica della battuta della maggior parte dei calci di punizione. Suo l’assist per il gol di Cambiaghi e segna il gol del momentaneo 2-1 per i neroazzurri. Anche lui esce stremato. Dal 88′ Gyabuua 6,5: entra bene in partita e gestisce la palla senza errori.

Piccoli 6,5: partita fatta di tanta lotta per l’attaccante della Dea, in mezzo a Ferigra e Sportelli deve giocare d’astuzia e di sponda. Svolge bene il compito, ha qualche occasione per far male, ma in una è strepitoso Gemello a dirgli di no con i piedi.

Peli 6,5: partita di corsa e sostanza per l’esterno offensivo. Nella prima frazione mette in mezzo diversi cross interessanti, corre lungo l’out di competenza e da una mano in difesa. Esce sfinito e con i crampi. Dal 83′ Traorè 7: imbastisce il contropiede con cui l’Atalanta ipoteca la finale nei supplementari, poco dopo si ripete sempre per servire Colley.