Primavera 2, Hellas Verona-Venezia: le pagelle degli scaligeri

Chiesa 6: incolpevole sui gol, si trova Cataldi davanti alla porta e poi Pozzebon-Buso lo superano. Evita un passivo più pesante.

Righetti 5: dalle sue parti gli attaccanti del Venezia trovavano praterie. (dal 76′ Gresele 6: più pericolorso un suo cross non provocava un clamoroso autogol a favore)

Corradini 6: uno dei più pericolosi sulla fascia ha cercato di alzare il baricentro.

Peretti 5,5: quello che si salva di più della difesa degli scaligeri ma soffre la pressione degli attaccanti del Venezia. (dal 76′ Calabrese 5: non si rende partecipe all’azione)

Hudzik 5: gara da dimenticare per il centrale scaligero. Protagonista in negativo nei gol dei lagunari si fa saltare troppo facilmente da Buso.

Brandi 6: la sua gara finisce al decimo della ripresa, un brutto infortunio lo costringe ad abbandonare il campo con la barella. In bocca al lupo da tutta la nostra redazione. Dal 55′ Sinion 6: prova discreta, alza il baricentro della squadra. Impatto positivo il suo sulla partita.

Amayah 6,5: la sua gara è stata positiva pronto nei contrasti e si è fatto vedere in avanti suo l’assist a Sanè

Lucas 5: rispetto alla gara della settimana scorsa dove è stato assoluto protagonista, oggi non è in palla e anche il Verona ne risente in negativo. Ci si aspetta di più da questo ragazzo che ha fatto vedere grandi qualità sin qui.

Vigolo 5,5: si nota poco nella partita odierna, poco incisivo in avanti e poco servito dai compagni. (dal 70′ Fiumicetti 5,5: più attivo ma si interstadice sul pallone da una sua palla persa nasce il 1-3)

Sanè 6,5: il migliore del Hellas, l’ultimo a mollare. Tanta qualità per  l’attaccante senegalese, segna il gol del vantaggio illudendo i suoi.