Under 21, Italia-Croazia: le pagelle degli azzurrini

Meret 6: nella prima frazione salva gli azzurri dopo pochi minuti con un bellissimo intervento a deviare un tiro di croati. Poi è poco chiamato in causa. Non può nulla sul gol di Halilovic. Mezzo voto in meno per un paio di uscite a vuoto che potevano essere valutate meglio dal numero 1 azzurro.

Calabria 6: avanza meno rispetto alla partita contro l’Austria e resta più in copertura. Dal 54′ Adjapong 6: entra bene in partita dove sfiora anche il gol con un tiro potente ma poco preciso. Costretto ad uscire per un colpo subito da Kalaiza. Dal 87′ Calabresi s.v.

Bonifazi 6: bene in fase difensiva, accorcia e ruba diversi palloni agli attaccanti croati. Dal 74′ Romagna 5,5: entra e concede subito troppo spazio agli attaccanti croati, in occasione del gol non riesce a chiudere su Kalaiza.

Bastoni 6,5: segna il gol del vantaggio azzurro con un imperioso stacco di testa da corner. In fase difensiva sbaglia pochissimo. Dal 87′ Luperto s.v.

Dimarco 6,5: molto positivo il suo primo tempo. si fa vedere spesso avanti. Sfiora la rete su punizione e serve l’assist da calcio d’angolo per il gol di Bastoni. Esce per un infortunio agli adduttori. Dal 54′ Pezzella 6: ingresso sufficiente anche il suo, si fa vedere con qualche buon cross.

Mandragora 6: più grinta e voglia rispetto al match contro l’Austria. Nella prima frazione gioca diversi buoni palloni e sfiora il gol con un bel tiro potente da fuori. Dal 54′ Valzania 6: ingresso senza infamia e senza lode, svolge il suo compito con passaggi semplici.

Tonali 6,5: si fa vedere anche in avanti con qualche buona giocata. Ha lottato su tutti i palloni. Buon match anche il suo nel complesso sia in fase di copertura e sia in fase offensiva. Diverse buone giocate per il 2000 del Brescia.

Locatelli 7: il migliore degli azzurrini, pressa alto e trova il gol con un bellissimo inserimento da dietro che non lascia scampo a Posavec. Gioca un match impeccabile con qualità e quantità.

Orsolini 5,5: crea diversi pericoli, anche se meno rispetto alla partita contro l’Austria. Sfiora il gol in un paio di circostanze. Si fa ipnotizzare nella ripresa dal portiere croato. Poco preciso negli ultimi metri.

Cutrone 5,5: si vede poco in questa prima frazione, lotta molto tra i difensori e nel finale recupera un bel pallone che serve in mezzo ma Orsolini di poco non arriva. Meglio nella ripresa dove serve un paio di cioccolatini ai compagni che non sfruttano l’assist. Si divora un gol di testa su un bel cross di Tonali, gli manca la rete e si vede.

Parigini 6: partita vivace la sua, riesce sempre a saltare l’uomo e si rende pericoloso in diverse situazioni. Nella ripresa sfiora il gol in un paio di occasioni, soprattutto appena prima di uscire ma soltanto un miracolo del portiere croato gli nega la gioia di festeggiare il compleanno con una rete. Dal 74′ Moncini 5,5: a due passi dalla porta manda clamorosamente fuori un bel cross di Locatelli da calcio di punizione. Per il resto tocca pochissimi palloni.