Torino

Inter-Torino, le pagelle dei granata: Horvath e Vianni impalpabili, compensa la linea difensiva

Le pagelle dei giocatori del Torino

Manuel Contartese
23.01.2021 15:30

Sava 6 Nei primi minuti di gara tiene a galla i suoi con diversi ottimi interventi; si deve impegnare di meno col passare dei minuti, anche se nel secondo tempo, con la squadra in balia dei nerazzurri, ha dovuto abbassare la saracinesca in almeno un paio di occasioni.

Celesia 6 Buona prova per tutti e tre i centrali granata, sugli scudi in diverse occasioni, soprattutto nel secondo tempo. I cambi di Madonna hanno portato freschezza in avanti per i nerazzurri, ma nonostante ciò il centrale classe 2002 è apparso sempre concentrato ed attento in chiusura.

Spina 6 Come i compagni di reparto, gioca una buona partita anche l'ex Juventus, che dal centro del trittico difensivo riesce a gestire bene la linea difensiva granata, soprattutto nella ripresa. Diversi ottimi interventi vanno a colmare qualche disattenzione in fase di impostazione.

Aceto 6 Ci mette forse un po' di più ad ingranare rispetto ad i compagni di reparto, accusando l'offensiva iniziale dell'Inter in modo particolare. Ma con il passare dei minuti rientra in partita e fornisce, nel complesso, una buona prestazione.

Tesio 5,5 Un po' sottotono quest'oggi il mediano granata, che sbaglia diverse giocate e non riesce mai davvero a gestire con i tempi giusti la manovra dei suoi compagni di squadra. Forse ci si aspettava qualcosina in più.

Karamoko 6,5 Gran parte del merito per il gol dell'1-1 è proprio dell'ex ChievoVerona: svetta più in alto di tutti su calcio di punizione,  viziando la sfortunata deviazione di Sottini. In mezzo al campo fa valere tutta la sua fisicità, lottando su ogni pallone. (dal 58' Larotonda 6 30 minuti discreti per il centrocampista granata, che lotta parecchio in mezzo al campo.)

Adopo 6 Statuaria la sua presenza in mezzo al campo, dove fa valere tutti i suoi muscoli ed i suoi centimetri. Lotta, svaria in diverse zone del campo e prova a più riprese a spingere i suoi compagni all'offensiva, seppure mai in modo particolarmente incisivo.

Foschi 6 Si trova contro un Dimarco molto attento in fase difensiva, e questo senza dubbio lo limita parecchio. Non si perde però d'animo e prova lo stesso ad attaccare a testa bassa, senza però dimenticarsi della fase di copertura. (dall'85' Kryeziu sv)

Greco 6 Buona prova anche quella dell'ex Roma, che mette in mostra diverse qualità soprattutto in fase di palleggio. Fatica molto nel secondo tempo, con l'Inter che preme sull'acceleratore e prende le redini del gioco, ma cerca di fare il possibile per stroncare sul nascere le ripartenze avversarie.

Vianni 5 Prova impalpabile per l'ex classe 2001, che non impegna mai Magri e per larghi tratti dell'incontro scompare tra le maglie difensive nerazzurre. Nessuna chance, nessun tiro pericoloso; insomma, una prestazione tutt'altro che indimenticabile.

Horvath 5,5 Tanta lotta, tante sponde e tanti palloni sporchi per l'attaccante granata, che soffre la grande fisicità della difesa nerazzurra. Cerca di far sentire il proprio contributo in attacco, ma non riesce mai a rendersi davvero pericoloso. (dal 69' Lovaglio 5,5 mai davvero pericoloso, non riesce nell'impresa di distendere i suoi e nel cercare di far male ai padroni di casa.)

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 12^ giornata: Da Graca stacca gli inseguitori
ChievoVerona-Udinese, le pagelle dei clivensi: Tuzzo c'è sempre, Sperti giornata no