x

x

Novità in casa Cremonese. Attraverso le Instagram stories dell'agenzia che ne cura gli interessi, la “Futura Sport”, sono stati resi noti due rinnovi di contratto di due ragazzi, grandi protagonisti della cavalcata in Primavera 2.

Daniele Triacca, capitan presente

Il primo a sottoscrivere un prolungamento triennale fino al 30 giugno 2027 è stato l'esterno basso, classe 2005, Daniele Triacca.
Il terzino, nato il 13 maggio 2005, è, con quella appena conclusa, alla sua terza stagione in maglia grigiorossa ed ha indossato, sia nel corso del campionato che al Trofeo Dossena anche la fascia da capitano. Nella trionfale annata dei ragazzi di Pavesi, Daniele è stato un assoluto protagonista: nato come terzino destro in un sistema a quattro ha saputo adattarsi anche nel sistema a tre proposto dal mister grigiorosso, giocando a tutta fascia su entrambe le corsie o come braccetto difensivo.
A livello numeri la stagione di Triacca si può descrivere così: 28 gettoni, due reti (contro Venezia e Vicenza), due assist per i compagni in 2.392 minuti, cinque cartellini gialli, una doppia ammonizione e altri 225' in Coppa Italia ed 85' in Supercoppa con il Cesena.
Un jolly difensivo a cui Pavesi ha poco rinunciato e che la Cremonese ha blindato per altri tre anni in attesa di capire quale sarà il percorso scelto dalla società grigiorossa: se la permanenza in Primavera 1, un prestito o, magari, una possibilità con la prima squadra.

La Primavera della Cremonese
La Primavera della Cremonese

Nahrudnyy: corsa e gol a Cremona

Arrivato nella scorsa sessione di mercato estiva invece il poliedrico esterno offensivo italo-ucraino Vlaad Nahrudnyy, anch'esso ha firmato un accordo triennale con la società del cavaliere Arvedi.
Ventinove gare, tre reti messe a referto (contro Como, Parma e Spal) e sette assist per i compagni oltre ad otto cartellini gialli, tutto questo in 2.401 minuti sul campo in campionato. Solo due panchine invece in Coppa Italia e 90' disputati in Supercoppa per il ragazzo ex Milan. che vanta ben 43 presenze tra U17 ed U18 con la maglia rossonera, prima del trasferimento entro a Cremona e del campionato dominato sulla corsia con il dirimpettaio Pessolani (lui tornerà a Genova poi sarà la società rossoblù a deciderne il destino). La Cremonese sceglierà poi il modo migliore per utilizzare i propri giovani, ma la società ha formalizzato, nel frattempo, questo doppio rinnovo, in attesa della stagione che verrà e della nuova ed avvincente avventura nel campionato Primavera 1.

Lazio, due colpi dalla Spagna: occhi in casa Barcellona e Real
Roma-Guidi, dubbi sul futuro: è in pole per un'altra panchina