Cosenza

Cosenza-Salernitana, le pagelle dei rossoblu: magico Sueva, brilla Maresca

Le pagelle dei rossoblu

Onorio Ferraro
02.11.2019 17:53

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM 

N’Diaye 6: prova a gestire la sua difesa con concentrazione, gli manca la comunicazione ma questa verrà da se. Senza colpa sui due gol, ma ha sfiorato di agganciare la palla del penalty.

Caiazzo 6.5: corsa. Corsa. E corsa. Sempre d’alto livello sulla corsia di sua competenza. Sbaglia qualche appoggio in fase di impostazione, ma nel difendere blinda la parte laterale sulla destra.

La Vardera S. 6.5: tanta qualità in fase di creazione, regge bene sulla corsia di sinistra. Gli manca un po’ di inventività ma gioca con spensieratezza.

Prestianni 6: gioca con attenzione contro un attacco che nel primo tempo è stato in sordina. Poi nella ripresa fa il suo. Dal 75’ Francia 6: entra con un buon ritmo di gara, resta concentrato in un finale che diventa pericoloso sulla mediana.

Aceto 6: un centrale di difesa solido ma quel gol divorato poteva costare caro. Apre bene gli spazi, non ha paura ad affacciarsi dopo la trequarti. Dal 80’ Annone 6,5: smista bene ogni pallone che gli arriva ma. preferisce non rischiare in fase di appoggio. Arretra per dare copertura.

Ficara 6: buona coordinazione davanti al portiere, smista bene ciò che riesce a recuperare in un primo tempo in discesa. Dal 45’ Piscopo 6: prova a reggere l’attacco salernitano, ci riesce a metà senza rischiare troppo.

Licciardello 6.5: è l’ago della bilancia in una squadra che gira alla perfezione. Apre bene le marcature, viene spostato a destra e crea un assist al bacio per il raddoppio. E’ costretto a uscire per infortunio e nel secondo manca un po’ di grinta alla squadra. Dal 44’ Cifarelli 6: entra bene in gara, si divora un gol con la palla che sfiora il palo. Nel finale di gara accusa un po’di stanchezza ma cerca di far salire la squadra.

Maresca 7.5: gara da top. Non gli scappa una palla, è il cronometro della squadra e più passa il tempo più diventa insostituibile. Zero errori se non qualche minuscolo intoppo quando la Salernitana inizia ad aggredire fisicamente.

Azzaro 7: fisicamente piccolo, ma ogni volta viene accerchiato per fermarlo. Apre la danza del gol con un bell’inserimento dalle retrovie. Dal 75’ Oi 6: entra con serietà in campo e risponde presente alle indicazioni date dal mister.

Sueva 7,5: leader indiscusso dei lupacchiotti. 4 partite 5 gol. Gioca a occhi chiusi con i compagni di squadra, capisce al volo i lanci di Maresca e si fa trovare pronto. Nella ripresa tenta il pallonetto ma si rifà con un gol da furbetti.

Florenzi 6: non è lucido nella conclusione, ma fa muovere i compagni. E’ quello che si sacrifica di più, alla lunga esce la stanchezza.

FOTO | Andrea Rosito

Primavera 1, la classifica marcatori dopo l'8^ giornata: Juwara e Colley si prendono la vetta, Gagliano insegue
Parma-Pordenone, le pagelle dei ramarri: Bertoli ultimo a mollare, Pinto ci prova