Hellas Verona-Fiorentina (via sito ufficiale Hellas Verona)
Hellas Verona

Hellas Verona-Fiorentina, le pagelle dei gialloblù: Kivila esordio horror, il centrocampo non si accende

Le pagelle della squadra di mister Corrent

17.10.2021 12:29

KIVILA 4,5 - Non si può condannare un ragazzo alla sua prima presenza in Primavera 1 ma i due sbagli sono clamorosi: prima l'assist involontario per Toci (0-2) e poi buca l'intervento sulla conclusione di Gentile (0-3). Incide negativamente sul match - già difficile - dei gialloblù.

BERNARDI 6 - Viene spostato sulla fascia destra per l'emergenza a sinistra. Non sfigura neanche in quella posizione. (79' MINOCCI S.V.)

COPPOLA 5 - Il primo gol dei viola nasce da un suo passaggio troppo timido. In difficoltà come il resto della squadra.

CALABRESE 5,5 - Il capitano oggi deve soffrire con il resto del gruppo: non ha quasi mai l'occasione di sfruttare il suo sinistro in fase d'impostazione. Giornata no. 

GRASSI 5,5 - Gioca adattato da terzino, lui sarebbe un centrocampista: nel primo tempo, paradossalmente, è uno dei migliori dei suoi. (79' DIABY 6 - Entra vivace e voglioso, fin troppo: sul finale prende un cartellino giallo.)

SCHIRONE S.V. - Esce dopo soli 7 minuti per un infortunio. (dal 7' COLISTRA 6 - Pronti, partenza e via ed è subito chiamato all'ingresso in campo. Ci mette un po' entrare in partita ma la sua prestazione è comunque sufficiente.)

TURRA 6 - Un paio di cose buone ma la partita gli richiede prettamente compiti difensivi. (67' YEBOAH 6 - Arriva la sua prima presenza stagionale, la cornice dell'esordio poteva però essere migliore.)

PIEROBON 6 - Si accende a intermittenza, quasi mai pericoloso oggi. 

BRAGANTINI 6 - Prova ad animare i suoi ma non c'è verso contro questa Fiorentina.

BOSILJ 5,5 - Pochi palloni arrivano sui piedi del centravanti gialloblù, macina inutili chilometri. 

FLORIO 5,5 - Ci si aspetta di più da lui ma la squadra non lo aiuta di certo. 

Primavera 4, la classifica marcatori dopo la 9^ giornata
Hellas Verona-Fiorentina, le pagelle dei viola: Bianco, chapeau! Gentile e Kayode spingono