x

x

Il Cesena ha recentemente conquistato la promozione in Serie B e anche la sua Primavera potrebbe ottenere presto un risultato importante. Al momento, a sei giornate del campionato Primavera 2, la squadra bianconera è infatti al primo posto in classifica con quattro punti di vantaggio sul Benevento. Un margine che ancora non garantisce la promozione nel Primavera 1, un traguardo che la formazione di mister Campedelli spera di poter festeggiare al termine della stagione. Nel frattempo, a elogiare il settore giovanile del Cesena ci ha pensato un grande ex come Massimo Bonini. Un personaggio che conosce bene la realtà bianconera, avendo vestito la maglia dei romagnoli sia da calciatore che allenatore. Di seguito le sue parole a TMW Radio

Bonini elogia il vivaio del Cesena

Penso sia una delle società più importanti per quanto riguarda il settore giovanile. Tutti gli anni riescono a tirare fuori giocatori che poi arrivano anche in Nazionale. E poi è una famiglia: è una società piccola e basta poco per arrivare fino al presidente. Per me, che sono di San Marino, giocarci è stato come giocare nella Juventus. Lì c'è uno spirito di appartenenza incredibile indipendentemente dalla categoria. 

Bonini ha proseguito parlando della struttura degli allenatori del vivaio bianconero, con molti ex calciatori nel quadro dei tecnici. Importante anche lo scouting, visto che il Cesena ogni anno punta molto sui giovani del territorio. Di seguito le parole dell'ex centrocampista. 

Si tratta di un club ben organizzato, in cui lavorano molti ex giocatori come allenatori. Conoscono pregi e difetti della società. Inoltre ha un bacino d'utenza importante e riescono a pescare tanti giovani interessanti che poi finiscono nel Cesena. Quando c'è entusiasmo e attaccamento, con tanti elementi che arrivano dal settore giovanile, si possono fare cose molto importanti. 

Bonini su Shpendi e Berti

Bonini ha concluso parlando di Cristian e Stiven Shpendi, due dei prodotti del vivaio bianconero. Il primo ha trascinato il Cesena in B a suon di gol, il secondo veste la maglia dell'Empoli in Serie A. Ma non sono mancate parole importanti per Tommaso Berti, classe 2004, protagonista di un grande campionato con i romagnoli.

Tommaso Berti
Esultanza di Berti con la maglia del Cesena

I gemelli Shpendi li conosco bene, li ho conosciuti a San Marino. Sapevo che avevano grandi qualità e grande talento: sono umili e hanno voglia di imparare. Hanno ancora grandi margini di crescita. Berti? Ha grossa personalità, può sbagliare ma quando si giudica un giovane va giudicata la sua voglia di fare. E non si può dire che sia uno che si nasconda o che non si fa vedere. Ha davvero una grande personalità. 

Camarda, è ufficiale: ecco il primo contratto con il Milan. I dettagli
Olbia, Gaburro pesca dalla Primavera per la sfida contro il Rimini