SPAL

Le parole di mister Fiasconi dopo Spal-Venezia

Le parole dell'allenatore spallino a fine gara

Francesco Castrignanò
21.10.2019 14:09

La Spal di Luca Fiasconi vince con un pirotecnico 6-3 sul Venezia. Padroni di casa in vantaggio nel primo tempo per 3-0, grazie alle reti di Ellertsson, Tunjov e Cuellar. Nella ripresa gli estensi siglano il poker con Cannistra, ma poi rischiano di essere rimontati da un ottimo Venezia, che arriva fino al 4-3 con le reti di Mazzoletti, Meraglia e Kichi. Saranno poi il rigore di Cuellar e il sigillo finale di Sare a decretare il successo degli estensi, il secondo in 3 partite in casa.

Ecco le dichiarazioni di mister Fiasconi a fine partita:

Prendere i 3 punti era fondamentale.Dalla prossima volta però si cercherà di soffrire di meno?

"Si, ci era già successo col Cittadella di avere dei cali nella ripresa nonostante un primo tempo in cui la nostra superiorità era evidente, in quel caso ci siamo fatti recuperare. Oggi invece, siamo stati bravi a chiudere la partita. Noi da metà campo in su abbiamo giocatori di grande qualità e molto offenisvi, se per essere più coperto devo togliere un giocare di qualità non ci sto. Allo stesso tempo dobbiamo colmare le nostre lacune in difesa e riuscire in futuro magari a vincere 6-1 al posto che 6-3. Se riusciamo a fare questo salto possiamo ambire anche a obbiettivi più alti".

Il primo rigore per il Venezia secondo lei c'era?

"Sinceramente non lo so. Ero a 60 metri e non posso giudicare la decisione del direttore di gara non avendo visto chiaramente. In settimana comunque lo analizzerò coi ragazzi".

E' stata sua la scelta di mandare Mastrillo in prima squadra e di tenere Cannistra in Primavera?

"Sono scelte che non dipendono da me. Non sono l'uomo giusto per rispondere".

Grande partita di Tunjov oggi.

" E' un giocatore molto bravo. Deve crescere però ancora molto e adesso non è pronto per la prima squadra, ma potenzialmente è un giocatore che potrà diventare veramente forte".

Da Babbi ti aspetti qualcosa di più? E' una attacante molto forte fisicamente ma ultimamente sta facendo un po' fatica.

" Ci sono dei giocatori che io reputo un po' più tardivi di carattere. E' un giocatore molto bravo, ma ha un carattere un po' particolare e questa cosa un po' lo penalizza. Io ho giocato con Toni all'Empoli e anche lui all'inizio faceva un po' di fatica e con tutto il rispetto, Babbi sia per le movenze sia per le carrateristiche di gioco è molto simile a Luca Toni. Se esplode può fare molto bene e non mi meraviglierei se fra due o tre anni lo trovassi in una categoria importante a segnare molti gol. Rispetto a Cuellar si nota di meno, ma è per le carrateristiche del suo gioco".

Ultima domanda. Perchè hai deciso di spostare di fascia Alessio negli ultimi 15 minuti?

" Ci avevo già pensato nel primo tempo ma la catena di sinistra funzionava molto bene e mi dispiaceva cambiare, perchè Alessio nella fase di spinta e di fraseggio è bravissimo. Negli ultimi 15 minuti l'ho visto un po' stanco e sulla sua fascia c'era Pimenta che quando strappava ci stava facendo molto male. Mi sembrava, anche a livello fisico, più giusto l'accopiamento difensivo Iskra-Pimenta".

Primavera 1, la classifica marcatori dopo l'8^ giornata: Juwara e Colley si prendono la vetta, Gagliano insegue
Berretti, 5^ giornata: risultati finali e classifiche