Sampdoria

Sampdoria-Pescara, le pagelle dei blucerchiati: Somma sugli scudi, Saio chiude la saracinesca

Le pagelle della Sampdoria

06.11.2021 13:30

Saio 7: protagonista indiscusso del match. Le poche volte che il Pescara è pericoloso chiude la porta, disinnesca anche il rigore del possibile pareggio ipnotizzando Blanuta.

Bonfanti 6.5: ottima la partita del braccetto sinistro della difesa blucerchiata. Prima Sayari e poi Patanè si vedono sbattere la porta in faccia tutte le volte che passano da quelle parti.

Aquino 6.5: match in totale gestione per il capitano blucerchiato. Pochi sono i pericoli creati dal Pescara e lui si fa trovare sempre pronto quando serve. E' l'ombra dell'attaccante biancazzurro per tutta la partita

Migliardi 6: sulla sinistra trova non poche difficoltà grazie all'ottima prestazione difensiva di Staver, quando viene spostato sull'altra fascia trova un pò piu' di libertà ed esce fuori il suo talento

Mane 6.5: vince il duello tra 2005 sul suo lato. Delle Monache viene sempre chiuso bene o ricacciato fuori di preopotenza. Peccato per il fallo da rigore ma poteva fare davvero poco

Somma 7: ottima partita per il 7 della Samp. Sempre propositivo trova terreno fertile grazie anche ad una partita non particolarmente impeccabile del suo diretto avversario. Gol, assist per la rete poi annullata a Di Stefano e tanta, tanta corsa che lo rendono uno dei migliori in campo del match odierno

Pozzato 6: gestione di una partita poco impegnativa ottima. Nel primo tempo il centrocampo pescarese è continuamente chiuso, e la sua pressione è uno dei tanti motivi. Dal 90 Chilafi sv

Bontempi 6: poco impegnato il centrocampo blucerchiato quest'oggi. La pressione sulla mediana degli ospiti però non lascia un millimetro agli abruzzesi. Sufficienza piena. Dal 46' Malagrida 6: subentra con la testa giusta ed è molto propositivo in fase offensiva. Un paio di conclusioni verso la porta dove però trova sempre Lucatelli a fare buona guardia

Paoletti 6.5: Maroni gli assegna le chiavi della mediana e lui non si fa attendere, gestisce tanti ottimi palloni mettendo in porta i suoi compagni e barricando il centrocampo biancazzurro ogni volta. Le uniche occasioni pericolose arrivano dagli esterni

Di Stefano 6: il talento non è in discussione, ma oggi giornata particolare per il fantasista. Tanto sacrificio per la squadra ed un paio di occasioni mancate che non sono da lui. Prova comunque ampiamente sufficiente

Leonardi 6: buona prestazione per il classe 2005. Prova tante conclusioni senza mai però impensierire davvero Lucatelli, anche i movimenti attorno a Di Stefano sono importanti per lasciare spazio alla punta. Dal 46' Polli 7: entra con il piglio giusto dando la grinta che mancava all'attacco blucerchiato. Si sbatte rientrando anche difesa e lo ritrovi da tutte le parti. A coronamento della prestazione il gol che chiude virtualmente il match

Primavera 4, la classifica marcatori dopo l'8^ giornata
Bologna-Cagliari, le pagelle degli emiliani: Stivanello croce e delizia, brilla Mihai ma non basta