Hellas Verona

Pordenone-Hellas Verona, le pagelle dei mastini: Cancellieri sale in catedra per i primi 3 punti dei gialloblu

Le pagelle degli ospiti

Mattia Trombetta
03.10.2020 18:30

Aznar 6: Incolpevole sulle 2 reti, non viene chiamato in causa praticamente mai

Gresele 6,5: Partita pregevole la sua, sbaglia poco e si fa vedere anche in fase offensiva con buone sfuriate

Agbugui 5,5: Parte molto bene, poi cala a fine primo tempo e si perde l'uomo che sigla il momentaneo vantaggio neroverde, esce all'intervallo forse per non rischiare il secondo giallo (dal 46' Diaby 6,5: Spinge tantissimo sull'out sinistro, confezziona 2 assist e si rende pericoloso innumerevoli volte, entra nella ripresa e dà la svolta al match)

Coppola 6: Gestisce bene il reparto difensivo, d'altro canto il Pordenone produce veramente poco gioco offensivo, colpevole sul rigore seppur dubbio, ma prestazione sufficiente

Squarzoni 6: Partita sufficiente lì in mezzo al campo senza però grosse incursioni da ricordare, svolge il suo compito senza sbavature, ma non di più

Ilie 6: Anche per lui partita senza nè alti nè bassi, sbaglia poco e si limita a chiudere gli spazi e far ripartire la manovra gialloblu

Pierobon 6,5: Fin da subito si dimostra vivace e pericoloso, la retroguardia neroverde fa spesso fatica a limitarlo

Turra 6,5: Tanta corsa e sacrificio per lui, ha sfiorato anche il gol. Cala leggermente nella ripresa.

Florio 7: Sempre presente nelle azione pericolose dei suoi, sblocca la partita con un gol meraviglioso, per lui tanta qualità e quantità

Jocic 6.5: Per il numero 10 gialloblu tanto sacrificio, va più volte vicino al gol, ma Giordano è sempre pronto a dirgli di no

Cancellieri 7,5: Dopo 2 minuti sfiora già la rete, continua il match con tantissima qualità il suo diretto avversario non lo tiene mai e lui fa il buono e cattivo tempo sulla fascia destra, doppietta da ricordare per l'ex Roma

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 3^ giornata: Zalewski in vetta, salgono Darboe e Tall
Monza-Milan, le pagelle dei brianzoli: attacco fumoso, Rubbi e Robbiati due muri