Andrea Stella
Primavera 1

Lecce grinta e cuore, primo posto momentaneo per i ragazzi di Coppitelli

Solida prestazione per i salentini, che lasciano le briciole ai nerazzurri di Christian Chivu

GARRA E CUORE SALENTINO, L’INTER SI SCHIANTA SUL LECCE

Buon inizio di campionato per il Lecce di mister Coppitelli che, nonostante non abbia ancora incontrato le grandi corazzate del campionato, si presenta alla sfida contro i Campioni d’Italia con l’intento di non lasciare nulla ai nerazzurri. Coppitelli cambia poco, schierando un 4-3-3 a trazione offensiva e pressing alto per non permettere all’Inter di controllare con facilità il pallino del gioco. Dopo Cesena Coppitelli cambia tutto l’attacco, dando spazio tra i titolari a Mommo, Burnete e Salomaa, per il resto lo scheletro rimane lo stesso dell’ultima sfida. I salentini scendono in campo subito con il piglio giusto non facendosi intimorire dal fisico centrocampo nerazzurro, infatti dopo 5’ Munoz impacchetta una caramella solo da scartare per Salomaa, ma l’attaccante giallorosso di testa mette clamorosamente a lato. Primo tempo con poco e niente da segnalare se non una carambola da palla ferma che porta il Lecce vicino al vantaggio con Hasic. Seconda frazione che inizia sulla falsa riga della prima, all’ora di gioco però cambia tutto. Calligaris in uscita su Salomaa commette fallo e il direttore di gara assegna il penalty, dal dischetto si presenta Berisha che spiazza l’estremo difensore nerazzurro e porta in vantaggio i suoi. I ragazzi di Coppitelli sfiorano il raddoppio ancora con Berisha dopo un ottimo triangolo e Kamate colpisce il palo dall’altro lato due minuti dopo, facendo trasalire i salentini per qualche istante. Passano pochi minuti e il Lecce ipoteca la vittoria; ripartenza perfetta conclusa da Corfitzen, che piazza alle spalle di Calligaris. Match che arriva al tramonto senza grandi squilli, con i salentini che si catapultano momentaneamente al primo posto in attesa delle altre partite.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 12^ giornata: Roma, che coppia di bomber!
Venezia senza tacco e punta, un buon Padova cade nel derby
Luca Bergantini
!