Cassano
Roma

Hellas Verona-Roma, le pagelle dei giallorossi: giornata no, Louakima dà la scossa

Le pagelle dei ragazzi di Guidi

01.04.2023 15:00

Del Bello 5.5: Incolpevole sui primi tre gol, in occasione del 4-0 non respinge al meglio il primo tiro di Cazzadori che raccoglie la respinta e deposita in rete. Non può far nulla sul 5-0 realizzato da Florio.

Silva 4.5: Due errori fatali permettono all'Hellas di dilagare già nel primo tempo. Rischia una nuova ‘frittata’ ad inizio ripresa ma viene salvato da uno dei rari errori di gestione degli attaccanti scaligeri.

Pellegrini 6 (dal 23' D'Alessio 5.5: Va in difficoltà come tutti i suoi compagni di fronte agli attacchi di Cazzadori & co., commette diversi errori anche in fase di possesso): Probabilmente il migliore della retroguardia capitolina fino al 23'. Guidi decide però di toglierlo e di passare a 4 una volta incassata la rete del 2-0.

Chesti 5: La sfida con Caia si preannuncia proibitiva già dai primi minuti. Perde molti duelli personali con il centravanti avversario e non riesce a mettere una pezza alla debacle giallorossa.

Missori 5.5 (dal 23' Louakima 6.5: Entra nel momento più difficile dei suoi, nel secondo tempo si dimostra tra i più attivi. Tenta un paio di volte la conclusione da fuori, si guadagna il secondo rigore e realizza, sempre dal dischetto, il gol del definitivo 5-2.): Subisce la partenza forte del Verona, perde più volte le traccie di Florio. Al 22' accusa un problema ed è costretto ad uscire.

Pisilli 6: Grande protagonista della qualificazione dell'Italia u19 ai prossimi Europei, fa quel che può per rendere meno amaro il passivo. Si regala, su rigore, il secondo gol consecutivo dopo quello decisivo per il pareggio in casa dell'Inter.

Faticanti 5 (dal 55' Vektal 5.5: Prova a dare ordine al reparto; il Verona cala col passare dei minuti e fa sì che abbia prevalentemente compiti di impostazione): Non riesce mai a trovare le giuste distanze, soffre moltissimo la presenza alle sue spalle dei fantasisti scaligeri. Fallisce il rigore del possibile 2-1 che avrebbe potuto riaprire il match. 

Oliveras 5 (dal 74' Falasca 6: Mette in mezzo un buon pallone per il gol di Padula, poi annullato per fuorigioco): Sul suo out trova un Bragantini ispiratissimo e non riesce quasi mai a contenerlo; si mostra troppo timidamente in fase offensiva.

Cassano 5.5: E' il più attivo dei suoi nel primo tempo. Mette in mostra tutta la sua abilità nel dribbling procurandosi il primo rigore. Sciupa un'ottima occasione sul finire della prima frazione e cala inevitabilmente nella ripresa.

Cherubini 6: Il n.7 giallorosso è l'ultimo ad arrendersi. Parte meno bene del suo compagno di reparto, si accende a sprazzi tentando in più di un'occasione di mettere il segno. Purtroppo per lui, trova uno Boseggia in stato di grazia.

Majchrzak 5 (dal 55' Padula 6: Buona gara per il centravanti classe 2004 che, con voglia, si procura il calcio di rigore, poi segnato da Louakima, e si vede annullare il gol del possibile 5-3 per una posizione di offside): Tocca pochi palloni, quando lo fa è spesso impreciso; viene costantemente tenuto in ombra grazie all'ottima marcatura dei difensori avversari.

All.Guidi 5: Conferma la difesa a 3 che dura poco più di 20 minuti, decide di passare a 4 per provare a sistemare le cose ma cambia poco. Il Verona surclassa la sua Roma sotto tutti gli aspetti, brutto passo falso dopo i 5 risultati utili consecutivi ottenuti dai suoi.

 

 

 

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 34^ giornata: Burnete è capocannoniere, Bruno e Montevago sul podio
Fiorentina- Atalanta, le pagelle della dea: l’euro gol di Colombo e uno straripante Vlahovic donano i 3 punti ai nerazzurri