Milan

Milan-Cittadella, le pagelle dei rossoneri: Olzer e Colombo stratosferici, difesa da rivedere

le pagelle dei rossoneri

Riccardo Lionetto
01.02.2020 18:00

Jungdal 6: Non sembra molto tranquillo con i piedi ma è parecchio efficace nelle uscite a razzo. Incolpevole sui gol.

Barazzetta 6: Tanta spinta e qualche pallone interessante. Prestazione di sostanza.

Oddi 5.5: Traballa sulla fascia per tutto il primo tempo. Si ristabilisce nella ripresa, quando la gara prende il binario giusto, ma uno come lui può fare molto di più.

Torrasi 5.5: Si vede poco nel centrocampo rossonero. Pochi palloni toccati e qualche imprecisione di troppo.

Merletti 5.5: Si fa prendere spesso alle spalle e concede tanti spazi. 

Michelis 5.5: Come il suo compagno di reparto, fatica a prendere le misure alle punte granata. Il primo goal ospite nasce da un suo errore di valutazione, che porta alla punizione appunto del momento 0-1 Cittadella.

Sala 6.5: Si trova dappertutto. Fa legna, si inserisce, imposta e mette palloni invitanti. Buonissima prestazione del centrocampista rossonero.

Mionic 5: Non azzecca una giocata ed è impalpabile per tutta la gara. 

Capanni 7: Segna dopo pochi minuti ma il gol è in fuorigioco; Decide di pareggiare la gara con un gol di rapina da vero attaccante e si muove bene tra la difesa avversaria.

Olzer 7.5: Rialza il Milan dall'apnea per ben due volte. Decisivi i suoi corner magistrali, da cui nasce anche la prima rete di Colombo. Trascinatore. (dal 63' Colombo 9: entra in campo ed ammazza la partita con una meravigliosa tripletta. Sentenza.

Tonin 7: Fa impazzire la difesa granata con delle sterzate mostruose. Da una di queste giocate nasce il suo gol: mancino a giro sul secondo palo. Suo l'assist del momentaneo pareggio di Capanni.

Giunti 6.5: La squadra fatica nel primo tempo ma con mordente riesce a chiudere in vantaggio. Nella ripresa si rivede il vero Milan che ammazza la partita nel giro di dieci minuti.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 20^ giornata: Mulattieri si prende la vetta, accorcia D'Amico
Cosenza-Crotone, le pagelle dei pitagorici: crolla la squadra, c'è da lavorare