x

x

Il Giudice Sportivo si è espresso in merito a Crotone-Spezia, il cui risultato (2-1 per i calabresi) non era stato inizialmente omologato a causa di un reclamo presentato dal club ligure. La ricostruzione dei fatti è la seguente: lo Spezia aveva contestato la regolarità dell'incontro in seguito a un errore nella compilazione della distinta da parte del Crotone. 

Prima della gara - si legge nel comunicato - la Soc. Crotone sostituiva il calciatore Spunticcia Christian, che nella distinta consegnata all’Arbitro risultava essere tra i titolari con il n. 8, con il calciatore Nisticò Antonio Lia Mar, inserito tra le riserve con il n. 13, provvedendo a scambiare le maglie ma non comunicando il cambio effettuato nè al Direttore di gara nè alla Soc. Spezia, alterando pertanto, a parere di quest’ultima, il regolare svolgimento della gara”. Lo Spezia aveva chiesto lo 0-3 al tavolino, sostenendo la non regolarità dell'incontro. 

Il comunicato

"Il Giudice Sportivo omologa il risultato di 2-1 in favore della Soc. Crotone; sanziona la Soc. Crotone con l’ammenda di € 500,00 a titolo di responsabilità oggettiva per l’errata compilazione della distinta di gara; commina al dirigente Giuseppe Mano (Soc. Crotone) l’ammonizione (prima sanzione) per aver omesso di comunicare ad Arbitro e Società avversaria la modifica della distinta di gara".

Roma, Pisilli e una storia d'amore a tinte giallorosse
Sassuolo, Carnevali sul vivaio: "È fondamentale, è come una grande famiglia"