Crotone

Augustus Kargbo, la giovane fortezza per il futuro del Crotone

L'analisi di un attaccante classe '99, il quale ha lasciato un segno indelebile in Serie C

Cataldo Simone
14.05.2020 12:00

Dalla Calabria all'Emilia. Questo il viaggio estivo di Augustus Kargbo, attaccante di proprietà del Crotone, che dopo annate tra i dilettanti nel mese di settembre è stato ceduto con la formula del prestito secco dagli squali calabresi alla Reggio Audace, quest'ultima compagine militante nel raggruppamento B di Serie C. Un cammino che tanto bene ha portato al ragazzo classe 1999 della Sierra Leone, il quale si è rivelato uno dei massimi trascinatori della formazione emiliana nell'attuale stagione. Un'annata fantastica quella degli amaranto, che erano arrivati ad un passo dal sogno Serie B, prima che il blocco causa coronavirus potesse mettere a tacere tutto ciò. 

Secondo posto a quota 55, con sole sei lunghezze in meno della capolista Vicenza, squadra quest'ultima,  che tanto ha investito in estate per centrare l'atteso ritorno in cadetteria. Ma, tornando a quella che è la stagione della giovane promessa, esso ha reso ancor più prolifico uno dei reparti offensivi più folti e prolifici di tutta la terza serie tricolore. Da Zamparo, passando per Scarpini e terminando con Marchi, calciatori d'esperienza e dal gol facile che assieme hanno messo a segno 28 gol. A quest'ultimi, però, andrebbero aggiunti gli 8 di Augutus, che sfruttando al meglio la propria duttilità è riuscito ad inserirsi al meglio e a lasciare alcuni segni indelebili. 

Ne sono una prova plausibile alcune gare, su di tutte quella contro il Padova, compagine retrocessa lo scorso anno dalla Serie. In questa occasione, è proprio di fronte ai propri sostenitori che il numero 24 lascia un segno indelebile sulla gara, riuscendo a mettere il sigillo che poi ha deciso la gara poco dopo venti minuti dall'inizio del match. Scavando ancora più in fondo possiamo ricordare il suo gol del 2-1 contro la Vis Pesaro, partita nella quale grazie al suo gol la Reggio Audace è riuscita a portare i tre punti a casa. Per terminare in bellezza, invece, vorremmo ricordare i suoi primi due gol con la maglia degli emiliani, arrivati contro la Triestina in uno scontro diretto: in questo caso furono ancora una volta i padroni di casa a spuntarla con un 3-1 finale, che ha visto comparire nel tabellino due marcature di Kargbo. Infine, bisognerebbe solamente sottolineare il fatto che il calciatore, nel corso di 20 occasioni avute sia riuscito a lasciare il segno ben 8 volte, farcendo le sue prestazioni anche con 6 assist. 

Dai numeri al campo. Un giocatore capace di sfruttare al meglio le proprie doti, su di tutte la velocità, grazie alla quale spesso riesce a creare panico tra le difese avversarie. Con l'ausilio della stessa, spesso ha risposto presente agli ordini di mister Alvini, che al netto della sua velocità si è preso il compito di farlo svariare su due fronti d'attacco: prima al centro per tentare di non dare punti di riferimento agli avversari, dopo come esterno sul versante mancino per poter aiutare la squadra a salire nei momenti di difficoltà e aggiungere quel pizzico di classe in campo. Indubbiamente Gianni Vrenna, numero uno del Crotone, assieme ai propri collaboratori punterà a far tornare il loro gioiello in terra calabrese, per far sì che possa finalmente assaporare il campionato di Serie B. 

Nicolò Fagioli, il fantasista piacentino della Juventus
Torino, Massimo Bava torna al comando del Settore Giovanile