Roma

Riccardo Calafiori, la nuova stella del vivaio giallorosso

L'approfondimento su Riccardo Calafiori, una delle più belle promesse della Roma Primavera

Leonardo Bosello
30.03.2020 19:00

E' il 2 Ottobre 2018. Lo Stadio Olimpico è gremito e soddisfatto dopo una netta vittoria in Champions League della Roma, un secco 5-0 ai danni del Viktoria Plzen, grazie anche ad una splendida tripletta di Edin Dzeko. Il bosniaco dedica il gol e la vittoria ad un giovane ragazzo, Riccardo Calafiori, alzando in alto una maglietta giallorossa con sopra il suo nome. Quella notte, così felice e bella per i tifosi romanisti, è forse la notte più lunga e triste per il difensore classe 2002. In quel martedì di Ottobre, nella partita di Youth League tra i giovani giallorossi e i pari età del Viktoria Plzen, Riccardo si rompe tutti i legamenti, il menisco e la capsula del ginocchio sinistro. Un infortunio terribile che mette in pericolo la carriera del giovane terzino sinistro. Calafiori fino a quel giorno si era dimostrato un'eccellente promessa per il settore giovanile capitolino; infatti nonostante i 16 anni il ragazzo era già in campo con la squadra di Alberto De Rossi e ancor prima aveva preso parte all'Under 17, sempre da sotto età. La rottura pero' non distrugge Riccardo che, sostenuto dalla Roma, decide di affidarsi all'University of Pittsburgh, in America, per operarsi e tornare come prima. Davanti a questi problemi fisici così importanti il rischio è di perdere l'attitudine e la sicurezza mentale, stare fermi per mesi e mesi può essere molto destabilizzante. La riabilitazione fortunatamente dura meno del previsto e il giovane terzino sinistro giallorosso torna nella lista dei convocati già a fine stagione. E' dopo l'estate però che Calafiori ritorna a pieno regime. 13 partite, 4 reti e 2 assist, ma soprattutto una serie di convocazioni da parte di Fonseca in prima squadra, sia in Campionato che in Europa League. Dal vivo è impressionante, ha una grandissima facilità di corsa, arriva benissimo in sovrapposizione e crossa con buona scelta di tempo. Nonostante tutto questo, continua ad essere di un anno più piccolo rispetto alla maggior parte dei suoi compagni della Primavera. Riccardo Calafiori è una delle promesse del settore giovanile giallorosso, con una bellissima storia da raccontare.

Luca Falbo, l'esterno gentleman e ambizioso della Lazio
Qualità, esperienza e gol: Mulattieri si prende l'Inter