Fiorentina

Le parole di mister Bigica dopo Atalanta-Fiorentina

Le parole del tecnico dei gigliati

Alessio Sportella
29.10.2019 00:24

Partita da dimenticare quella avvenuta al Gewiss Stadium di Bergamo per la Fiorentina che esce sconfitta dalla finale di Supercoppa Primavera proprio ad opera degli orobici che dominano e vincono nel loro stadio.

Ecco le dichiarazioni di mister Bigica:

Avete avuto molte occasioni nitide dalla vostra parte, è mancata però un po di precisione.

"Partita con molte insidie e difficoltà, primo tempo di sofferenza, non riuscivamo a fare gioco ed essere pungenti. Nel secondo tempo abbiamo avuto 3 occasioni da gol che avrebbero cambiato la partita. complimenti all'Atalanta per la vittoria, devo dire però che i miei ragazzi stanno crescendo."

Una partita di queste vale come dieci partite di campionato, cosa ne pensa? E riguardo Bobby Duncan, come mai ha giocato meglio nel secondo tempo che nel primo?

"Mi piacerebbe giocare più partite come queste perchè fanno crescere i ragazzi. Duncan viene da un periodo particolare poichè ha dovuto scontare una squalifica e una serie di affaticamenti non ha permesso al giocatore di allenarsi con continuità, inoltre nel corso del primo tempo ci siamo accorti di doverlo supportare meglio."

Gol sbagliato, gol subito e poi un po di occasioni fallite. Ma i tuoi ragazzi ci hanno creduto, magari è mancata un po di freddezza sotto porta.

"Posso anche allenarli a queste situazioni ma neanche centrare lo specchio della porta mi fa arrabiare, però fa parte del periodo di crescita, spero che già dalla prossima partita possano essere più precisi. Non ho nulla da rimproverare ai miei ragazzi, ho chiesto coraggio ed è ciò che ho visto in campo."

Ora lei ha 2 missioni:  Arrivare ai Play Off e farci sognare a Viareggio.

" Per quanto riguarda Viareggio manca ancora molto tempo e quindi non mi sembra il momento per pensarci. I play off di certo sono un nostro obiettivo stagionale ma la mia vera e propria missione è quella di vedere altri giovani ragazzi scendere in campo con la squadra maggiore."

Qual'è il suo parere su quest'Italia under 17 e sul mondiale che dovrà affrontare?

"Il settore giovanile italiano è cresciuto molto soprattutto grazie ai tecnici Sarri e Conte. Sono convinto che questo mondiale ospiterà tante partite che varranno a questi giovani ragazzi per la loro crescita e di sicuro torneranno più arricchiti e consapevoli dei propri mezzi.

Quanto ti ha fatto arrabbiare prendere un gol in contropiede?

"I giocatori che hanno loro sono molto abili e bravi nel correre negli spazi stretti. Sicuramente noi siamo stati sfortunati nel prendere gol e non siamo stati pravi nel difenderci e pressare in occasione di quell'episodio.

Giocare in uno stadio di serie A davanti a 4000 persone quanto conta nel percorso di crescita di un ragazzo?

"Mi piacerebbe vedere ogni domenica e a ogni partita di primavera tutta questa gente, purtoppo non è sempre così. Conta molto perchè in questa occasione i ragazzi hanno potuto assaporare il calcio dei grandi, hanno visto uno stadio di serie A e i tifosi che cantavano e incitavano la squadra avversaria.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 10^ giornata: tutto invariato in vetta. Salgono Piccoli, Sene e Marginean
Primavera Tim Cup, le gare del secondo turno eliminatorio