Lazio

Juventus-Lazio, le pagelle dei biancocelesti: Furlanetto e Marino i migliori, si salva anche Armini

Le pagelle della squadra biancoceleste

30.01.2021 16:00

Foto di Martina Cutrona

Furlanetto 7: strana valutazione per un portiere che subisce due gol, ma senza le sue grandi parate il passivo sarebbe stato molto più pesante. Le più importanti da citare sono quelle su Soule nel primo tempo e su Da Graca nel secondo.

Armini 6: partita strana per il capitano della Lazio, che parte in sordina nel primo tempo, tanto che dal suo lato la Juventus spinge tanto con Iling e proprio lì nasce il gol dell'1-0, nella ripresa prende di più le misure ed è uno dei più intraprendenti anche in fase offensiva.

Franco 5,5: sono molte le chiusure importanti del numero 5, che sbroglia situazioni molto complicate in più occasioni, ma spesso, altre volte, gli attaccanti juventini fanno ciò che voglio nell'area della Lazio e questo è anche colpa sua.

Adeagbo 5: soffre tanto gli attaccanti della Juventus, che non danno mai punti di riferimento, una sua scivolata scriteriata in area su Miretti causa il rigore del raddoppio.

Pica 5: l'esterno difensivo sinistro dei biancocelesti non riesce quasi mai a farsi vedere in fase offensiva e quando deve coprire soffro molto l'intraprendenza e il dribbling di Soule. (dal 46' Ndrecka 6: parte la ripresa e si perde subito Da Graca lanciato a rete, finisce però i 45 minuti con diligenza, approfittando della minor pressione bianconera).

A. Marino 6,5: il centrocampista della Lazio va spesso vicino al gol e mette i compagni in condizione di fare bene con dribbling e giocate di alto livello. Uno dei migliori.

Bertini 5,5: a inizio partita e quando nella ripresa la Lazio spinge di più si fa vedere dando supporto alla manovra, per il resto è quasi invisibile.

Czyz 5,5: sicuramente ci prova, ma le occasioni create dai suoi, da lui in particolare, e il risultato danno dimostrazione che non basta.

Shehu 5: parte bene, dialogando con i compagni e costruendo una bella azione nei primissimi minuti, poi sparisce dal campo senza avvisare nessuno. (dal 75' Guerini s.v.)

Castigliani 5,5: discorso simile a quanto detto per Czyz, si allarga spesso per ricevere palla lateralmente, tenta il dialogo con i compagni di reparto, ma non basta. (dall'85' Tare s.v.)

Nimmermeer 5: il bomber della Lazio Primavera sembra aver esaurito le cartucce, dato che è la seconda partita di fila in cui non spara un colpo. Prova a inserirsi in area sui cross ma non spaventa mai Garofani.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo l'11 ^ giornata: Contini aggancia la vetta, sale Kobacki
Parma-Reggiana, le pagelle dei crociati: Artistico gol e assist, Traorè ad intermittenza