Roma

Roma, Aouar infortunato: Mourinho sorride con i suoi baby

Chi sono i giovani talenti su cui può contare il tecnico portoghese

15.12.2023 17:23

Ieri sera la Roma di José Mourinho ha sfidato lo Sheriff Tiraspol battendolo in casa per 3-0 nell'ultima gara del Gruppo G di Europa League. I giallorossi si sono qualificati ai sedicesimi della competizione grazie al raggiungimento del secondo posto in classifica del girone arrivato dopo 4 vittorie, un pareggio e una sconfitta. La formazione messa in campo dall'allenatore ieri sera ha visto l'ingresso di diversi giovani a gara in corso, soprattutto nel reparto di centrocampo, dove giocatori come Lorenzo Pellegrini sono rimasti a riposo in vista del prossimo importante impegno di campionato contro il Bologna. Tra la stagione scorsa e quella attuale la Roma ha lanciato in campo vari talenti provenienti dalla Primavera, e Mourinho, in particolare ieri sera, ha ricevuto risposte positive da parte di giovani come Riccardo Pagano, Mattia Mannini e soprattutto da Niccolò Pisilli che ha addirittura segnato la rete del 3-0 per la Roma al 93esimo.

Aouar infortunato: spazio ai giovani?

Uno dei giocatori che ieri è partito titolare contro lo Sheriff nella sfida di Europa League è stato Houssem Aouar. Il 25enne franco-algerino è stato sostituito forzatamente durante l'intervallo per aver rimediato un infortunio. Dunque, ennesimo forfait tra le fila della Roma; il tecnico portoghese ha parlato della natura dello stop fisico del giocatore nella conferenza stampa post partita e ha specificato che Aouar ha subito un problema muscolare all'adduttore sinistro che lo terrà fuori nella prossima sfida di Serie A contro il Bologna, in programma questa domenica al Dall'Ara alle 18:00. In quest'ottica, la gara di ieri sera ha portato risposte positive in chiave giovani. 

Pisilli con la maglia della Roma Primavera
Pisilli, centrocampista della Roma Primavera

Pisilli e Pagano: sorride Mou

Sì, perché quella di ieri è stata anche la serata di Niccolò Pisilli, centrocampista classe 2004 nato a Roma e cresciuto nelle giovanili giallorosse, che ieri è subentrato al posto di Andrea Belotti al 72esimo minuto e ha trovato il suo primo gol tra i grandi in una gara di Europa League al suo esordio nella competizione. L'anno scorso aveva fatto il suo primo ingresso in campo in Serie A giocando un solo minuto il 6 maggio 2023 contro l'Inter e quest'anno era stato convocato nelle cinque precedenti gare di Europa League senza però esordire. Ieri sera può finalmente dire di aver realizzato il suo sogno, cioè segnare con la maglia della propria squadra del cuore. Ne ha parlato così dopo la partita lo stesso giocatore ai microfoni di Sky Sport: “E' un qualcosa che sogno da tutta la vita, io sono romanista fin da quando sono piccolo. Segnare in questo stadio con questa maglia non lo potevo neanche immaginare”. Pisilli, dopo aver stupito nella scorsa stagione in Primavera a suon di ottime prestazioni, e dove conta 11 gol e 7 assist in 30 partite, ha fatto vedere a tutti il suo valore segnando un gol al suo esordio in una competizione europea. Ora può realmente essere preso in considerazione da Mourinho come alternativa valida per il centrocampo giallorosso.

Riccardo Pagano
Riccardo Pagano - Foto Martina Cutrona

Oltre a Pisilli, ieri sera, tra i giovani subentrati nel secondo tempo contro lo Sheriff spicca anche il nome di Riccardo Pagano, anche lui classe 2004. Pagano è un centrocampista dalle qualità offensive che può fungere anche da trequartista o da punta centrale. Come Pisilli, anche Riccardo ha svolto lo stesso percorso partendo dalle giovanili, passando per l'U18 e la Primavera, fino ad arrivare in Prima Squadra, realtà in cui ora si è inserito in pianta stabile. Quest'anno, infatti, Pagano ha preso parte a 4 incontri di Serie A contro Salernitana, Milan, Empoli e Cagliari per un totale di 48 minuti giocati. Quella di ieri sera, inoltre, non è stata la sua prima partita di Europa League poiché aveva già assaggiato la competizione entrando in campo nelle gare contro Servette e Slavia Praga. Dunque, ecco un'altra buona notizia per il centrocampo di José Mourinho.

Milan, ufficiale il passaggio di Chaka Traore al Palermo: i dettagli
Bologna, Ebone: "Ritiro con Motta? Non mi aspettavo la sua chiamata"