Fiorentina

Hellas Verona-Fiorentina, le pagelle dei viola: Dutu regala il primo trofeo a Commisso, Krastev giganteggia in mezzo al campo

le pagelle dei ragazzi di mister Alberto Aquilani della finale di Coppa Italia Primavera

Leonardo Bosello
26.08.2020 20:00

Brancolini 6: praticamente inoperoso durante tutti i 90' minuti, l'unico tiro in porta arriva al 10' dove non reagisce nel migliore dei modi ma comunque si fa trovare super pronto sulla ribattuta di Sane, nonostante l'attaccante scaligero fosse in off-side. 

Ponsi 6.5: spinge molto bene per tutta la gara e chiude con ordine sugli attaccanti dell'Hellas.

Dutu 7.5: il capitano viola grazie al suo gol regala il primo trofeo dell'era Commisso alla Fiorentina. Una partita da leader assoluto dove neutralizza tutte le offensive scaligere. Prima del gol aveva sfiorato il vantaggio nel recupero del primo tempo, dove solo un grande Aznar gli aveva negato la gioia della rete. 

Dalle Mura 7: il giovane classe 2002 dimostra sempre più esperienza e assieme a Dutu forma una coppia di difensori centrali solida e affidabile.

Pierozzi E. 6.5: anche lui come Ponsi riesce bene in entrambe le fasi di gioco, oltre a formare una catena di destra collaudatissima con il fratello Niccolò.  

Bianco 7: il regista viola da equilibrio a tutta la squadra e firma anche l'assist del gol vittoria di Dutu. Classe 2002, da come si muove sembra già molto esperto, sarà sicuramente uno dei punti di forza della prossima Fiorentina di Aquilani. 

Hanuljak 6.5: grinta e polmoni in mezzo al campo, aiuta tutti i compagni e va sempre a chuidere dove serve. 

Pierozzi N. 6.5: mezzo voto in meno perchè si divora la chance per il 2-0 al 63' dove conclude troppo frettolosamente addosso ad Aznar. Gioca  in avanti e da' l'idea di poter essere sempre pericoloso.  

Krastev 7: giganteggia in mezzo al campo, serve un pallone al bacio per la testa di Dutu nell'occasione avuta sul finale di primo tempo. E' un classe 2003 ma dimostra di poterci stare con i più grandi, il migliore assieme a Dutu. Dall'84' Sacchini: s.v. 

Spalluto 6: non trova molto spazio tra i due centrali scaligeri ma lotta e cerca sempre il dialogo con i compagni.  

Koffi 6.5: Ha tante qualità, quando prende la palla dà la sensazione di poterne fare sempre ciò che vuole. Spesso però s'incaponisce troppo in giocate personali risultando un po' egoista. Dal 92' Milani: s.v.

Milan, doppia cessione: Lo Curto e Cellamare alla Lucchese
UFFICIALE - Roma, tutto fatto per il 2004 Vetkal