Roma

Roma, piovono richieste per i giovani della Primavera

Da Riccardi, prossimo al trasferimento al Pescara, a Bove, da Calafiori a Bouah, tutti interessati ai giovani di De Rossi

Karim Dafirbillah
06.09.2020 11:08

Che sia uno dei vivai italiani più florido lo abbiamo detto tante volte e continuiamo a ripeterlo; certo è che avere richieste per quasi tutti i giovani della squadra (parliamo dell'Under 19) è una conferma di quanto scritto e del lavoro svolto negli anni, da parte della società, verso il proprio settore giovanile. Ovviamente non è la prima volta visto che ne potremmo ricordare tantissimi, ma nell'ultimo periodo sembra facciano ancora più gola. Detto di Sdaigui Zamarion al Gubbio, di Nigro al Potenza D'Orazio alla Feralpi, a breve saranno altri a salutare Trigoria. Alessio Riccardi, per esempio, uno dei simboli, se non il simbolo dell'ultima Primavera, dopo avere avuto svariate richieste tra l'Italia e i campionati più rappresentativi europei, ed essere stato accostato al Napoli, nei giorni scorsi, nella trattativa 'Milik-Ünder', domani o comunque in settimana sarà ufficializzato dal Pescara; Riccardo Calafiori, pare abbia convinto Fonseca e dovrebbe restare, soprattutto dopo la partenza di Kolarov destinazione Milano sponda Inter, ma le sorprese del mercato sono sempre dietro l'angolo e le richieste pressanti non mancano; Devid Eugene Bouah, pare essere tornato in forma dopo i due brutti infortuni che hanno condizionato non poco la sua ascesa calcistica negli ultimi due anni, e squadre come CosenzaVicenza Bologna su tutte, sono pronte ad accoglierlo senza problemi; Edoardo Bove, centrocampista di talento alla pari di Riccardi, dopo il no di quest'ultimo a trasferirsi sul Golfo, sembra essere lui la pedina giovane e di valore che richiede la società di De Laurentiis e fare scendere la parte cache dell'affare, e che potrebbe concretizzarsi più facilmente grazie al fatto che il padre è di Napoli. Sono solo alcuni dei giovani di mister De Rossi che potrebbero lasciare la Capitale, ma se da una parte dispiace, dall'altra rimane un onore per la società e uno sprono a valorizzarne molti altri.

Lecce, test in famiglia: tanti giovani Primavera e U18 in campo
Juventus, poker alla Sampdoria in amichevole