x

x

Atalanta Primavera
Atalanta Primavera

Due delle più promettenti giovani promesse del calcio lombardo, Giuseppe Mungari e Nicolò Artesani, sono pronte a compiere il grande salto e unirsi alla prestigiosa squadra dell'Atalanta, nella categoria Primavera. Lo ha riportato Calcioatalanta.

Atalanta
Atalanta - LUCA BOZZETTI

Mungari, le caratteristiche

Giuseppe Mungari, un centravanti dotato di grande fisicità e senso del gol, lascia il Lecco per approdare al Centro Sportivo Bortolotti. Mungari ha già mostrato segni di straordinaria abilità e determinazione nella sua carriera giovanile, diventando uno dei giocatori più promettenti del Lecco. La sua capacità di trovare la rete e il suo istinto naturale per il gioco lo rendono un acquisto di grande valore per la squadra bergamasca.

Artesani, le caratteristiche

Nicolò Artesani, d'altro canto, è un trequartista o esterno d’attacco proveniente dal Como. Conosciuto per la sua visione di gioco, il suo dribbling elegante e la sua capacità di creare occasioni da gol, Artesani è un vero e proprio jolly offensivo. La sua versatilità gli permette di giocare in diverse posizioni del fronte d'attacco, una caratteristica che sicuramente sarà apprezzata dai tecnici dell'Atalanta.

Entrambi i giovani sono nati nel 2007 e fanno parte di quella nuova generazione di calciatori che stanno emergendo in Italia, mostrando un potenziale che promette di portarli lontano. Il loro passaggio all'Atalanta rappresenta una grande opportunità per continuare a crescere e svilupparsi in un ambiente noto per la sua eccellente accademia giovanile. L'Atalanta, che da anni investe nel settore giovanile e ha un'ottima tradizione nella formazione di talenti, sembra aver trovato in Mungari e Artesani due nuovi gioielli su cui puntare per il futuro. La società bergamasca è famosa per il suo approccio meticoloso alla crescita dei giovani, fornendo loro non solo le competenze tecniche necessarie, ma anche i valori fondamentali del calcio e dello sport.

Torino, definita la prima amichevole della Primavera: i dettagli
Marotta: "Flop Italia? Il problema dei giovani parte da lontano"