Bologna

[FOCUS] - Giovani tra i giovani, Bologna: Widsom Amey

Focus sul difensore del Bologna

21.04.2022 19:00

Il più giovane debuttante della storia della Serie A

"Qui abbiamo un ragazzo del 2005 che è bravo, lo faremo giocare". Queste parole, pronunciate dall'allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic, risuoneranno per sempre nella testa di Widsom Amey. Una storia che può sembrare quella classica di un giocatore delle giovanili convocato per le ultime partite di campionato, ma che ha un qualcosa in più… 

Infatti, con il suo debutto contro il Genoa, il 12 Maggio 2021, Amey è diventato il più giovane giocatore a esordire in Serie A, a solo 15 anni e 280 giorni, battendo il record precedente di Pellegri e Amedei con 15 anni e 280 giorni. 

I numeri da record di Amey

Dei numeri straordinari, per il campionato italiano, etichettato per dar poco spazio ai talenti dei vivai, a differenze di altre nazionali, come Germania, Olanda e Belgio. Ma il dato più straordinario risiede nel fatto che Amey al momento dell'esordio in Serie A non avesse mai giocato in Primavera, ma solo in Under 18. Mihajlovic ha completamente sovvertito un trend molto comune in Italia, ossia non dare spazio fin da subito ai nostri giovanissimi. A differenze degli altri paesi, in Italia si tende a dare poco spazio ai classe 2002, 2003 e 2004 non trovano neanche spazio per debuttare. 

Il primo contatto con la prima squadra arriva il 25 Aprile, venendo convocato in panchina, nella gara persa dal Bologna contro l'Atalanta per 5-0, soprattutto per via delle defezioni in difesa tra gli emiliani.

Prima dell'incontro con i bergamaschi, Mihajlovic lo citò per la prima volta con una battuta: "In difesa siamo messi male, per questo motivo abbiamo inserito tra i convocati anche un ragazzo del 2005. In totale saranno sette gli elementi nati dal 2000 in poi, magari sul 3-0 metto dentro anche il ragazzino".

Una dichiarazione che ha fatto da anticamera al suo debutto, quando il turno dopo debutta contro il Genoa.

Le caratteristiche di Amey

Di ruolo difensore centrale, nativo di Bassano del Grappa. La sua avventura nel mondo del calcio parte nel Bassano Virtus, venendo poi chiamato dal Vicenza e successivamente dal Bologna. Uno dei suoi più grandi pregi, è l'elevata statura e velocità, superiori alla media dei suoi pari età. Pur giocando come centrale, dispone di una velocità sopra la media, caratteristica che lo porta in caso di emergenza a giocare come terzino destro.

Attualmente sta giocando nella Primavera di Luca Vigiani, giocando contro giocatori 1-2 anni più grandi di lui. In questa stagione ha collezionato 2 presenze nell'Under 18 e 21 partite con 2 gol nel campionato Primavera 1. I momenti principali stagionali sono i gol contro Genoa (di nuovo nel percorso di Amey) e Fiorentina.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 34^ giornata: vince Ambrosino, Di Stefano e Nasti sul podio
Viareggio cup, i premi della 72^edizione del torneo