x

x

Michele Di Vozzo - Credit: Cagliari Calcio
Michele Di Vozzo - Credit: Cagliari Calcio

La nuova stagione del Cagliari è ufficialmente iniziata due giorni fa, lunedì 8 luglio, quando la squadra ha iniziato a lavorare sotto la guida del nuovo allenatore, Davide Nicola. Il primo giorno di lavoro si è svolto ad Assemini, con tutti i giocatori presenti puntualmente all'appuntamento fissato per le 13. Tra i convocati, oltre ai veterani della squadra, si sono uniti anche tre giovani promettenti provenienti dal settore giovanile: Etienne Catena, Velizar-Iliya Iliev e Henrijs Auseklis.

Chi sono i tre Primavera chiamati da Nicola

Il più giovane dei tre è Auseklis, portiere lettone classe 2006, arrivato ufficialmente al Cagliari nella fine dello scorso aprile. L'estremo difensore non ha ancora avuto modo di esordire con la Primavera rossoblù, ma nel frattempo è arrivata l'opportunità di farsi notare nel corso del ritiro estivo con i grandi. Ben più noti all'ambiente dei sardi sono il difensore Etienne Catena e l'altro portiere, il bulgaro Velizar-Iliya Iliev

Esultanza del Cagliari Primavera
Cagliari Primavera - UFFICIO STAMPA CAGLIARI

Classe 2004 il primo, difensore italiano di origini ivoriane, ha un passato nelle giovanili della Roma e del Pescara, prima delle 32 presenze collezionate nella scorsa stagione con la Primavera del Cagliari. Tanti gettoni alle spalle anche per Iliev, che tra U17, U18 e U19 rossoblù, ha messo a referto ben 58 apparizioni tra i pali dei sardi, guadagnandosi anche qualche presenza in panchina con la prima squadra.

Le prospettive future

La presenza dei tre ragazzi del vivaio rappresenta una grande opportunità per loro. Catena, Iliev e Auseklis continueranno il ritiro con la prima squadra in attesa di nuovi innesti nel mercato estivo. Per questi giovani talenti, il ritiro pre-stagionale non è solo un momento di formazione e crescita, ma anche un'occasione per mettersi in mostra davanti al nuovo tecnico e al suo staff. Se sapranno dimostrare il loro valore, potrebbero guadagnarsi un posto stabile nella rosa dei grandi, un sogno per qualsiasi giovane calciatore. Nicola li valuterà attentamente, per conoscerli meglio e valutare la possibilità di puntare su di loro in futuro. 

Fonseca sui giovani del Milan: "Per me l'età non è un problema"
Vicenza, scelta la continuità: Rigoni allenerà ancora la Primavera