Roma

FOCUS - La Roma ai raggi X: tutti i segreti della capolista del campionato

L'analisi della Roma grazie ai dati di Footure Lab

Simone Negri
25.12.2020 20:24

In attesa della ripresa del campionato Primavera 1, prevista dopo il 10 gennaio 2021, andiamo a scoprire da vicino i segreti di una delle grandi protagoniste: la Roma. Dopo la 6^ giornata del torneo, i ragazzi di mister Alberto De Rossi guidano infatti la classifica a punteggio pieno con 18 punti, ben otto in più del Sassuolo, secondo con due partite in meno. Un ruolino di marcia perfetto che ha visto i giallorossi raccogliere sei vittorie in altrettante partite, candidandoli prepotentemente al ruolo di favorita per il successo finale. Ma quali sono i principali punti di forza del gruppo di mister De Rossi? Noi di MondoPrimavera.com abbiamo provato a scoprirli utilizzando i dettagliatissimi dati di Footure Lab, contenenti tutti i segreti della squadra giallorossa. 

Fase di sviluppo di gioco

La Roma occupa il 6° posto nella speciale classifica della media del volume di passaggi totali (392 a partita) e l'8° posto per quanto riguarda la media di possesso palla. Tra i singoli, spiccano Darboe (53,39 nei 90') e Codou (48,61). I dati evidenziano una grande precisione nella costruzione di gioco dal basso: la Roma è infatti al 13° posto per possessi persi in zona bassa, vicino alla propria porta. La lunghezza media dei passaggi vede i capitolini al 7° posto: i giocatori che hanno mediamente una gittata più lunga di passaggio sono Buttaro (27,55 metri) e il portiere Boer (27,03). Alzando il raggio d'azione e dando uno sguardo alla trequarti, a cercare maggiormente la verticalizzazione sono Astrologo (13) e Buttaro (9,28), mentre Darboe è il giocatore che riceve la maggior parte dei palloni (36,07 a partita).

Fase offensiva

L'identità offensiva della Roma è decisamente improntata sulle ripartenze e sui contropiedi: i giallorossi sono infatti al 1° posto nella classifica degli attacchi in transizione (4,5 a partita). Soltanto in meno della metà delle azioni costruite attraverso questa situazione di gioco, però, la Roma riesce ad arrivare al tiro in porta. Anche le conclusioni da fuori area sono una soluzione molto ricercata, con ben 16,5 tiri nei 90': a calciare maggiormente da fuori verso la porta avversaria sono Zalewski (3,38) e Tall (3,04). Molto ricercati anche gli attacchi laterali: i dati parlano di 5 cross dalla trequarti di media (3° posto) e 15,5 cross di media nell'arco dei 90' di gioco. Chi crossa di più? Podgoreanu (8,02) e Ciervo (5,45), sul podio anche nella classifica dei dribbling tentati alle spalle di Providence. C'è anche però un sorprendente dato negativo: la Roma è infatti la squadra che raccoglie meno in relazione alla mole di gioco costruita, con un indice di pericolosità offensiva che si stabilisce su un valore negativo di -1,13. 

Fase difensiva

I giallorossi finora hanno concesso 1,33 gol a partita, a fronte di 10,5 tiri concessi nell'arco di 90'. In fase di non possesso, la Roma presenta un'aggressività "medio bassa" per quanto riguarda la pressione nella metà campo avversaria. Un dato confermato dalla classifica che la vede in 13^ posizione per i palloni recuperati in zona offensiva. Buttaro e Tripi sono gli elementi ad averne recuperati di più, mentre Astrologo è il giocatore che ha effettuato il maggior numero di contrasti. Quest'ultimo spicca anche per il numero di duelli effettuati (16), con un dato di addirittura 100% di percentuale di duelli aerei vinti. In definitiva, la Roma si trova al 3° posto nella classifica generale delle squadre che concedono meno agli avversari, dato che lascia intendere una buona organizzazione difensiva. I ragazzi di De Rossi contengono bene gli attacchi posizionali degli avversari, soffrendo in misura importante - così come Lazio e SPAL - le ripartenze avversarie. 

Primavera 2, la classifica marcatori dopo la 6^ giornata: Borgo e Bertini agganciano la vetta, Thiam e Belloni accorciano nel B
Juventus, il club è pronto a blindare Da Graca