Bologna

[FOCUS] Anatriello, la caratteristica del 'Killer Instinct'

Il classe 2004 ha trovato il gol vittoria contro l'Inter

23.08.2022 19:00

Come nei migliori sogni: gol al debutto assoluto nel campionato Primavera dopo solo quattro minuti dal suo ingresso in campo, consegnando i primi tre punti stagionali al Bologna. Un sabato pomeriggio perfetto quindi per Gennaro Anatriello, attaccante classe 2004 di proprietà degli emiliani che segna in qualsiasi modo e con grande facilità, grazie soprattutto alla sua intelligenza tattica. 

Credit: Martina Cutrona

L’AMORE CON IL BOLOGNA E MAZIA

Approda in rossoblù nell’estate 2017 e inizia una storia fatta di gol e di successi. Anatriello segna, migliora giorno dopo giorno, si sacrifica e sforna assist. Perché non è il classico attaccante che pensa solo a sé stesso, ma mette il compagno al primo posto. E qui c’è da citare Andrea Mazia, suo gemello del gol, insieme si trovano benissimo, si divertono e sono una vera bellezza per gli occhi. L’anno scorso con l’Under 18 si sono resi protagonisti di giocate di alto livello, culminate per ben 46 volte con la palla in rete. E in estate per entrambi è arrivato il primo contratto da professionista: due ragazzi che stanno condividendo anni bellissimi insieme e Mazia sabato ha assistito dalla panchina al gol vittoria del suo amico, nonché compagno. E tutti gli appassionati non vedono l'ora di vederli nuovamente in campo, l'uno accanto all'altro.

UN NUMERO NOVE DA TENERE D’OCCHIO

Grande fiuto del gol. Bravo a scaraventare la palla in rete e a farsi trovare al posto giusto nel momento giusto. Uno di cui in area devi star attento, perché ti può punire da un momento all’altro. Numeri alla mano dicono questo. Una grande tecnica, bravissimo con il suo piede preferito il sinistro, ma gioca con disinvoltura anche con il destro, pericoloso di testa con uno stacco niente male. Propenso al dialogo con i compagni e può essere servito sia da marcato che in profondità: una soluzione la trova sempre. E anche questo sabato ha dimostrato di saperci fare, segnando dopo pochissimi minuti dal suo ingresso in campo. Una rete arrivata con grande reattività da parte sua che ha permesso ai rossoblù di festeggiare la vittoria e a lui di mettersi sempre di più in mostra. E se continua con questi ritmi il sogno della prima squadra si avvererà presto: una punta così fa  comodo a chiunque e negli anni sentiremo parlare ancora di più un gran bene di lui ad alti livelli. Attaccanti generosi e affamati in giro ce ne sono pochi e il Bologna è fortunato ad averlo con sé.

CREDIT FOTO MARTINA CUTRONA

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 12^ giornata: Roma, che coppia di bomber!
Empoli, definito l'arrivo di Casadei dal Bologna