Primavera 1

Roma- Juventus le pagelle dei bianconeri: buona prestazione, ma risultato pesante

I ragazzi di Bonatti perdono in casa della Roma

Alberto Lumastro
01.11.2020 13:09

Senko 5: Sui gol subiti poteva fare  qualcosina in più. Ma sicuramente la Juve non ha perso per colpa sua.

Riccio 5,5: Soffre molto nel primo tempo gli attacchi della Roma. Cresce nel secondo , ma anche perchè i giallorossi un po' erano calati.

De Winter 5,5: Nella prima frazione di gioco gli attaccanti della Roma scappano da tutte le parti. Cresce anche lui nella ripresa.

Nzouango 5: Dalle sue parti non aveva clienti facili da gestire. Sottotono il suo match, sicuramente può dare e fare di più ( dal 46' Iling- Juinior 6: entra per dare più qualiltà alla Juventus in campo e in qualche frangente ci riesce)

Mulazzi 6: Macina km sulla sua fascia,specie nel primo tempo offrendo qualche buon pallone ai suoi compagni. Uno dei migliori dei bianconeri.

Barranchea 6: A lui è stato dato il compito di dare ordine al centrocampo della Juve, ci riesce spesso e poi a 25 minuti dalla fine viene sostituito( dal 65' Le Donne 5,5: Cerca di fare quello che può, ma non conclude niente)

Pisapia 6: Recupera diversi palloni, corre tanto e qualche volta va anche alla conclusione. Certamente una buona prestazione.

Ntenda 5,5: Nei primi venti minuti spinge molto, ma poi si spegne e in fase offensiva non è più pericoloso ( dal 82' Cotter s.v.)

Soule 6,5: Gol strepitoso da parte sua su calcio di punzione. Tanta qualità e idee per il pacchetto offensivo bianconero( dal 82' Rouhi s.v.)

Cerri 6: E' andato vicinissimo al gol, con la sua conclusione che è stata salvata sulla linea da Vicario, ed è stato suo l'asist sul gol di Da Gracia( dal 65' Bonatti 5,5: cerca di farsi vedere, di trovare qualche soluzione, ma non lascia il segno)

Da Gracia 6,5: Combatte e  segna e se non ci fossero stati due grandi interventi  di Boer avrebbe anche siglato  la doppietta.

Primavera 2, i risultati della 4^ giornata
Roma, Fonseca chiama anche Podgoreanu: prima chiamata per il 2002 della Primavera