Lazio

Sampdoria-Lazio, le pagelle dei biancocelesti: prestazione esemplare di Ndreka, gara difficile per Nimmermer

Le pagelle della Sampdoria

Cataldo Simone
04.10.2019 16:04

Alia (6,5): nonostante sia costretto a raccogliere il pallone dalla rete propria per ben due volte, salva i suoi in due occasioni. Il miglior intervento è arrivato nella seconda frazione, quando è uscito, neutralizzando la cavalcata a compo aperto di Prelec. 

Cipriano (5,5): non fa la differenza, rischiando in diverse occasioni ma rimediando subito dopo. Come per il resto della difesa laziale, negli ultimi trenta di gara, amministra discretamente bene, senza comunque grandi lodi. 

Armini (5,5): l è lui a prendersi le redini della difasa, dimostrando e confermando la sua esperienza. Per lunghi tratti è monumentale, ma alcuni errori in disimpegno hanno regalato palle gol ai padroni di casa. Dal '82 Franco (Sv)

Kalaj (5): distratto sul gol di D'Amico, il quale si libera e calcia senza grandi difficoltà. Nei secondi '45 rischia lasciando andare in porta Prelec, da allora amministra bene. 

Falbo (6,5): prestazione dove ha offerto quantità e qualità al centro del campo. Cresce molto nei secondi 45', provando la conclusione a rete, sfiorando il gol nella prima occasione. Inoltre cerca anche i suoi al centro dell'area ed è l'arma in più dei biancocelesti. 

Ndreka (7): il suo compito è neutralizzare le offensive blucerchiate, ma oltre a fare ciò, sale spesso è si dimostra una carta in più per gli ospiti. A testimoniare ciò, il gol del momentaneo vantaggio biancoceleste. Nel secondo tempo conferma quanto detto prima e si conferma un pericolo costante per i propri avversari. 

Minala (6,5): fa valere la sua esperienza in zona centrale del campo; ottimo il suo lavoro in fase d'interdizione, agevolato dalla sua fisicità, con la quale mette in difficoltà gli avversari. 

Czyz (6): nella prima frazione di gioco, oltre che nelle prime battute della seconda, dimostra esplosività al centro del campo. Gli avversari lo temono, difatti, grazie alla sua buona tecncia, serve spesso i compagni del reparto d'attacco, dando vita ad offensive degne di nota. Dal '69 Shehu (6): purtroppo gioca solamente venti minuti, ma riesce a dare spettacolo nella sua zona di campo, puntando in dribbling i suoi avversari e duettando sulla destra con De Angelis. 
De Angelis (5,5) non delude in fase di spinta ma in ripiegamento difensivo, gli avversari lo costringono ad abbassarsi, mettendolo in serie difficoltà. Bell'assist per Ndreka all'inizio del primo tempo. Dal '79 Kaziewicz (Sv)

Nimmermer (5): seppur faccia salire molto bene i propri compagni, è troppo macchinoso al limite ed all'interno dell'area di rigore. Tale fattore lo rende prevedibile agli occhi degli avversari, non riuscendo infatti ad esprimere al meglio il proprio talento. 

Cerbara (5,5): nel suo ruolo è uno dei migliori, ma la buona compattezza della difesa doriana, non gli permette di giocare al meglio. Bravo nel liberarsi degli avversari, ma non prova quasi mai la conclusione a rete. 

[LIVE] - Primavera 2B, Salernitana-Perugia 2-2: tra granata e biancorossi vince l'equilibrio
Under 21, ecco la lista dei convocati dal C.T. Nicolato