SPAL

FOCUS - Demba Seck, assist, dribbling e gol per conquistare Ferrara

Approfondimento sull'attaccante classe 2001 della Spal

Emanuele Giacometti
10.11.2020 19:00

Il gol alla prima tra i professionisti ha confermato il fiuto in area di rigore. Demba Seck il suo esordio (28 ottobre) l'ha bagnato con una rete al Crotone in Tim Cup che ha lasciato in lui emozione e anche un pizzico di incredulità. Un timbro nei supplementari che ha permesso alla Spal di guadagnarsi ai rigori il passaggio al quarto turno contro il Monza. E se le sue prestazioni hanno attirato l'attenzione degli addetti ai lavori, il senegalese classe 2001, è consapevole che la strada è lunga e prima di tutto vorrà dimostrarlo nella squadra Primavera di mister Scurto, con la quale ha firmato due gol in cinque presenze di campionato. Un ragazzo che ha già alle spalle esperienze fuori Ferrara: due anni fa la Berretti con l'Imolese, la scorsa stagione quella in serie D al Sasso Marconi.

 

La storia di Seck è simile a quella di ogni altro ragazzino che sogna di calcare palcoscenici importanti. Inizia col calcio insieme ai suoi amici a otto anni in Senegal, suo paese di origine, avendo in Messi il suo punto di riferimento e passando interminabili ore a giocare con quella sfera magica. Arriva in Italia nel novembre 2016 raggiungendo suo padre, da tempo nel nostro paese e approdando alla Spal nell'autunno 2017, dove disputa il campionato under 17. Un anno nel quale Demba cresce molto e dove ha la possibilità di mostrare a tutti le sue qualità con quattro gol in diciassette incontri. Ma solo il talento nel calcio non basta, servono anche altre peculiarità. Così la società estense decide di cederlo in prestito prima a Imola, dove come detto gioca con la Berretti (2018/2019) e poi al Sasso Marconi in D (2019/2020), dove ha la possibilità di assaggiare per la prima volta il calcio dei grandi. Quello fatto di fisicità, tattica e nel quale conta il risultato. E a quanto pare il ragazzo risponde presente: col tempo diventa un punto fermo dei bolognesi con 5 gol e 3 assist in 25 presenze fino a febbraio. Con la pandemia la serie D non riprende quindi ecco l'estate 2020 e la firma con la Spal sul primo contratto da professionista. Una stagione questa, piena di incertezze causa ancora coronavirus, ma che Demba ha iniziato bene con i gol in Primavera ad Inter e Torino, oltre a quello in prima squadra a Crotone. E' aggregato spesso ai grandi e dopo l'esordio di coppa, si allena per farsi trovare pronto per la serie B.

 

Demba Seck è un attaccante esterno di piede mancino. Malgrado l'altezza (190 cm) riesce ad essere brillante anche negli spazi stretti. Punti di forza? Dribbling, velocità, assist, finalizzazione e tempi di esecuzione. Mica male! La Spal intanto ci crede e attende con ansia il suo prossimo step.

 

 

FOCUS - Tommaso Baldanzi, il "nuovo Giovinco" che fa volare l'Empoli
Roma, pronti i rinnovi per tre gioielli