Cosenza

Cosenza-Reggina, le pagelle dei rossoblu: Nicolau al top, bene Arioli

Le pagelle del Cosenza

Onorio Ferraro
29.05.2021 18:30

 

Borrelli 5.5: qualche svista di troppo sui gol. Ma la difesa non lo aiuta. Nel finale si supera con una parata da manuale, ma non basta. 

Nobile 5.5: scende in campo con grinta e convinzione. Ma nella ripresa perde il ritmo e viene sostituito dopo una ripresa in calo. Dal 24'st Laurito 5.5: entra bene ma si perde sulla fascia. Il mister gli chiede spesso di salire sull’esterno. 

Musumeci 6: una gara giocata con convinzione. In difesa risponde sempre presente, legge bene ogni azione. 

Caracciolo 5.5: gioca con regolarità, ma resta comunque nell’ombra. Dal 7'st Prestianni 5.5: prova a farsi notare, fa il suo. 

Szyszka 6: non delude nemmeno questa volta. Gioca con abilità e convinzione. Nel finale rischia. 

Duli 6: buon primo, nel secondo tempo cala il ritmo. Lascia il campo dopo aver dato tutto. Dal 27'st Perrotta 6: entra con la grinta giusta, ma il match è bollente. 

Teyou 5.5: non una grande giornata. Gioca come suo solito, bravo nelle accelerate ma questa volta viene fermato. 

Gaudio 6: dà tutto in campo, questo basta per premiarlo. Non perde mai la calma, riesce a rendersi pericoloso. 

Zilli 5: primo tempo di sacrificio, si fa notare spesso in area di rigore. Poi dagli undici metri spara alto e viene sostituito. Dal 7’st Azzaro 5.5: gioca come sa fare, ma questa volta non riesce a rompere il muro amaranto. 

Arioli 6: la solita gara: si impegna in tutto, si fa notare in area di rigore così come sulle fasce. Assist al bacio. Riesce sempre a creare un guizzo vincente. 

Nicolau 7: Nonostante la sconfitta nel finale, è l’uomo-Cosenza da molte giornate. Non delude le aspettative, gioca sempre con la solita grinta e anche questa volta piazza una doppietta da vero attaccante. Dal 27'st Belcastro SV: il rosso vale, in caso, come insufficienza. 

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 30^ giornata: Contini del Cagliari scarpa d'oro della stagione
Lecco-Pro Sesto, le pagelle della sfida: Cateni segna la svolta, irrompe Pezzotta. Ospiti bene a metà