x

x

Torna la rubrica settimanale di Storie di Primavera, grazie alla quale - come sempre - andiamo a disquisire del campionato di Prinavera ma non solo. Dopo aver fatto un'analisi dettagliata delle vicissitudini conclusivi di campionato, ecco che abbiamo avuto con noi il piacere di poter parlare con Stefano Lucchini, ex calciatore nonché allenatore ex allenatore di Cremonese e Feralpisalò. Chi meglio di lui poteva raccontarci il mondo Cremonese in primo piano, lui che ha raggiunto una promozione proprio da calciatore con i lombardi e poi è stato allenatore sia dell'Under 16 che della Primavera per due annate. 

Di seguito uno stralcio delle parole di Stefano Lucchini ai nostri microfoni. 

Lucchini sul settore giovanile dei grigiorossi

La Cremonese ha una storia nel settore giovanile. Negli anni ha lanciato sempre tantissimi giocatori importanti che hanno vissuto anni di Serie A e Nazionale. Nell'ultimo anni c'è stata una fase di stallo che poi però è stata colmata con la promozione della Primavera. La ciliegina sulla torta è l'esempio di Guido Della Rovere venerdì con la Prima Squadra: questo è sinonimo di lavoro, progettazione e qualità del settore giovanile della società. 

Della Rovere Cremonese
Della Rovere Cremonese

Sul match di Supercoppa 

Domani sarò a fare il commento tecnico allo Zini di Cremona e mi aspetto una partita divertente. La vittoria stabilirà la migliore tra i due gironi. Mi aspetto una partita divertente perché la Cremonese ha il miglior attacco del proprio girone e una difesa forte, ma il Cesena ha il capocannoniere del suo di girone. Un altro nome - oltre a Della Rovere - è Giovannini, esordiente in Coppa Italia a inizio anno con il Cesena contro il Bologna. 

Ecco l'integrale di Stefano Lucchini ai microfoni di Storie di Primavera. 

Camarda, è ufficiale: ecco il primo contratto con il Milan. I dettagli
Italia Under 20, i convocati di Bollini per lo stage a Tirrenia