Parma

Milan-Parma, le pagelle dei ducali: troppe imprecisioni in attacco e in difesa

Le pagelle dei giocatori del Parma

18.03.2022 15:30

Boriello 6 Si rende protagonista di molte uscite coraggiose che sventano diverse occasioni avute dai giocatori rossoneri. Un po' troppo impreciso però nel finale di gara, quando invece di lanciare palloni in avanti cerca l'appoggio frettoloso verso i centrali; e proprio da una situazione del genere nascerà il gol del 2-0 rossonero.

Brunani 5,5 Nel primo tempo appare un po' sottotono: complici le tante avanze del Milan dalle sue parti non può spingere come vorrebbe ed è costretto a fare gli straordinari in fase difensiva. Leggermente meglio nel secondo tempo, quando ha più campo per attaccare; ma nonostante ciò, non riesce a mettere i palloni giusti nel mezzo. (Dal 56' Leoni 6 Spinge un po' di più e cerca di creare superiorità numerica su quella fascia, anche se non riesce ad essere particolarmente incisivo con i suoi cross.)

Del Bello 5,5 Generalmente concentrato e attento in fase difensiva; commette però qualche errore un po' superficiale, soprattutto nel finale di gara, quando litiga con il pallone in occasione del gol di Marrone.

Bangala 5 Si lascia scappare Montalbano alle spalle in occasione dell'1-0 milanese. Il Milan si fa vedere spesso e volentieri dalle sue parti, e questo lo costringe a ragionare poco con il pallone e a fare il possibile per limitare gli inserimenti del duo d'attacco avversario.

Flex 6,5 Spinge tantissimo, facendosi vedere continuamente in avanti a supporto di Selvini e Russo; prova spesso ad incunearsi in area per crossare, ma spesso trova il muro di un attento Andrews. Bravo anche in fase difensiva: concede poco da quella parte, soprattutto nei primi 45' di gioco. (Dal 56' Gandelli 6 Garantisce minore spinta ma maggiore solidità ed equilibrio alla linea difensiva crociata.)

Bandaogo 6,5 Cresce parecchio con il passare dei minuti: se all'inizio appare un po' in panne, con il tempo carbura e diventa indispensabile a centrocampo non solo per la costruzione della manovra ducale, ma anche in pressing sui centrocampisti rossoneri.

Fiath 5,5 Cerca di mettere ordine e di gestire il possesso palla per far male alla difesa rossonera; molto spesso però si ritrova a giocare piuttosto lontano dalla porta e a dialogare a lungo con i compagni senza trovare il modo per imbucare gli attaccanti. (Dal 65' Gandolfi 5,5 Non riesce a dare quel cambio di passo al Parma con il suo ingresso.)

Borgia 6 Sfortunato quest'oggi e costretto ad uscire dopo neppure 30 minuti a causa di un infortunio. Nella prima fase di gara appare concentrato e dialoga bene con i compagni in gestione del possesso. (Dal 25' Ternava 6 Assolve ai compiti che originariamente dovevano essere del compagno con personalità e grande prestanza fisica.)

Selvini 6 Ci prova di continuo: si allarga spesso sulla sinistra, dialogando con Flex e cercando di liberarsi per il tiro. Commette tuttavia diversi piccoli errori nelle scelte, che spesso minano alla pericolosità delle azioni crociate. (Dal 65' Marsetic 6 Cerca di impensierire Bartoccioni e fa a sportellate di continuo con la difesa avversaria, ma senza riuscire a crearsi gli spazi per far male.)

Boscaro 5,5 Un po' inconsistente quest'oggi: fatica ad inserirsi alle spalle dei difensori e non riesce quasi mai a liberarsi per il tiro. Anche in fase di costruzione dialoga poco con i compagni, facendosi trovare raramente libero dai compagni. (Dal 65' Bio Adu 6 Si mette da subito al servizio della squadra, lottando da subito per spezzare le trame rossonere.)

Russo 5,5 Si allarga spesso e svaria sul fronte offensivo, nel tentativo di far male alla retroguardia avversaria. Non riesce però ad inserirsi con i tempi giusti e le poche volte in cui riesce a concludere trova sempre la deviazione di un difensore avversario. (Dal 65' Coulibaly 6 Spinge parecchio, sia in zona centrale che sull'esterno; non riesce neppure lui, però, a rendersi particolarmente pericoloso.)

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 34^ giornata: vince Ambrosino, Di Stefano e Nasti sul podio
Under 21, verso Montenegro e Bosnia: i convocati di Nicolato