Bologna

Cagliari-Bologna, le pagelle degli emiliani: Rocchi spina nel fianco, Rabbi la risolve

Le pagelle della squadra di Zauri

Claudio Fiori
21.04.2021 18:03

Molla 6: Si fa trovare presente sul primo squillo di Masala, poi è tutta ordinaria amministrazione.

Arnofoli 6: Contini lo fa sudare parecchio, ma il terzino emiliano riesce a non farsi mai cogliere alla sprovvista. 

Montebugnoli 6: Prova robusta, vigila con attenzione su chi bazzica dalle sue parti e aiuta a più riprese Pagliuca in avanti.

Khailoti 6.5: Guida la difesa con personalità, vigila attento sulle palle alte si disimpegna bene in fase d’impostazione. 

Grieco 7: Metronomo dei suoi, fa girare il pallone a suo piacimento senza mai sbagliare un appoggio. Il giallo e un po’ di nervosismo extra fanno terminare la sua gara all’intervallo (dal 46’ Roma 6.5: Entra con molta foga, rischia tanto per un’entrata decisa su Conti).

Motolese 6.5: Si trova alla grande con Khailoti, nonostante sia il più piccolo in campo mostra grande presenza (dal 68’ Milani 6: scende in campo con la testa giusta e non soffre in nessuna occasione).

Rocchi 7.5: Mette a ferro e fuoco la retroguardia avversaria con rapide accelerazioni palla al piede, fantastico quando pennella l’assist al bacio per Rabbi (dal 82’ Sigurpalsson s.v.).

Farinelli 6: Tesse trame di gioco interessanti, a volte pecca di superbia e toppa sulle giocate un po’ più semplici.

Vergani 6: Lavora bene quando smista i palloni spalle alla porta, ma di fronte a D’Aniello pecca di scarsa lucidità.

Rabbi 7: Leader tecnico, guida i suoi con sapienza. Nel vantaggio è bravo ad azzeccare il tempismo dell’inserimento e fortunato nel trovare la deviazione di Zallu. (dal 68’ Di Dio 6: Gestisce con senno diversi palloni pesanti sul finale di gara).

Pagliuca 5.5: Ha la palla giusta per sbloccare la gara ma la spara addosso a D’Aniello, raramente accende l’interruttore.

Primavera 1, la classifica marcatori dopo la 22^ giornata: Olzer e Prelec in doppia cifra, salgono anche Baldanzi e Raul Moro
Catanzaro, il primo gol di Pierno tra i pro è una magia