Generiche

Farsi le ossa con i grandi - Serie A 35^ giornata

Analizzando le presenze dei giocatori della Primavera con i professionisti

Gabriele Buzzalino
24.07.2020 12:00

Foto di Martina Cutrona

La ripartenza dei campionati professionistici post lockdown ha costretto tutte le squadre a un tour de force non da poco, con tante partite in pochi giorni in piena estate. Per questa ragione molti allenatori stanno dando spazio anche ai giovani più promettenti dei rispettivi settori giovanili. Con questa nuova rubrica di MondoPrimavera.com analizzeremo le partite e le prestazioni di questi ultimi nei campionati italiani.

Ecco l'approfondimento sui giovani che hanno giocato nella 35^esima giornata di Serie A:

LEGGI GLI ESORDI IN QUESTA SERIE A: CUELLAR, GAGLIANO E ALTRI

Colley: entrato al 66' al posto di Duvan Zapata, il cugino del difensore della Sampdoria è diventato un subentrato fisso di Gasperini, che lo getta nella mischia anche in questa partita contro il Bologna e si rende molto pericoloso, per poi essere ammonito al 92' per simulazione;

Raspadori: il gioiellino dell'attacco neroverde, all'ottava presenza in campionato, torna nell'unidici titolare di De Zerbi nella sfida casalinga contro il Milan, anche se in questo caso il bilancio è negativo perché esce all'intervallo, sul risultato di 1-2 per i rossoneri e con pochi palloni toccati;

Gabbia: nella moria collettiva dei difensori del Milan, è il secondo ad entrare per sostituire un suo compagno infortunato, visto che al 32' prende il posto del capitano Romagnoli. Scende in campo sul risultato di 0-1, con lui in campo i rossoneri subiscono e realizzano un gol, per lui prestazione diligente e positiva;

Kulusevski: entra al 59', poco dopo il pareggio di Insigne, e cambia clamorosamente la partita. Ormai non ha più niente del ragazzo esordiente alla sua prima stagione da professionista, infatti, accende l'attacco del Parma, subisce il fallo decisivo in area da Koulibaly all'87' e segna il rigore decisivo;

Salcedo: quattordicesima presenza per l'ex attaccante del Genoa che parte nuovamente titolare nell'undici di Juric, disputa una discreta partita fino al 64', in cui viene sostituito da Zaccagni, pochi minuti dopo il Torino pareggia con Zaza;

Papetti: dopo aver vinto lo scontro diretto contro la Spal tre giorni prima, il Brescia parte contro il Lecce con il giovanissimo difensore del 2002 come centrale di destra, la prestazione però non è delle migliori, i suoi subiscono tre gol ed Andrea Papetti esce all'83' in favore di Mateju;

Cuellar: nella goleada subita dalla Spal contro la Roma, Diego Lopez manda in campo l'attaccante classe 2001, che esordisce in Serie A sostituendo Strefezza all'81' sul risultato di 1-5;

Tunjov: subentrato allo stesso minuto del suo compagno di Primavera, per l'estone del 2001 è la presenza in Serie A numero 8, anche se stavolta ha poco tempo per mettersi in mostra;

Gagliano: altro esordio in questa 35^ giornata di Serie A, stavolta è Zenga a gettare nella mischia l'attaccante classe 2000 che gioca dall'84' al fischio finale del match perso per 2-1 contro la Lazio.

Fiorentina, ora tocca a Chiorra. Prima convocazione in Serie A
Milan, incontro per decidere il futuro di Capanni: ipotesi prestito per l'attaccante